Vai al contenuto
Notizie
  • Se questo sito ti piace o ti è stato utile, sostienilo con una donazione. grazie
Marines89

Innaugurazione sezione

Recommended Posts

Marines89

Beh, con mio sommo gaudio ho scoperto questa sezione appena aperta, e da buon rompi-balle faccio da apripista per innaugurarla.

Spero manchi poco alla presentazione della Leoncino perchè continuare a studiarla nei minimi particolari online "fa diventare ciechi".

Qui il video teaser ufficiale che la ritrae nelle sue bellissime forme, sarà cinese, sarà economica, sarà quel che volete, ma è incredibilmente bella nella sua semplicità. Vintage-moderno, lo adoro.

 

  • Voto + 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Mauro78

Ci sono persone che l'hanno ordinata e non hanno la mia ama idea di quando ne entreranno in possesso, inizialmente avevano detto agli acquirenti fine maggio, il termine è slittato a... boh


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Biondo

Lore'....mi trovi perfettamente d'accordo con questa tua iniziativa.
Nutro una grande curiosità su questa moto e dalle indiscrezioni che ho avuto è già preaente in territorio italiano.
Ben 300 splendide leoncino pronte per essere co segnate ai concessionari.
Sono impaziente di provarla di toccarla di capire se questo nuovo progetto nonostante non sia nato in italia abbia mantenuto lo spirito del suo predecessore....
Chissà se sarà davvero amore...per adesso anche se il portafgli non lo consente resto sognatore...

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Scherubin2

Grazie Lorenzo! Se il Leoncino vero sarà coinvolgente 1/10 del teaser prevedo successo stratosferico. La nuova generazione di Benelli secondo me riporta la moto a quel che deve essere: un modo economico ma divertente di viaggiare, unito ad un pizzico di poesia. 

Per quanto riguarda la cinesità... lavoro con colleghi cinesi da ormai quindici anni e pensare cinese=scarso è ormai una cosa molto, ma molto, sbagliata.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Marines89

Sono d'accordo scherubin. Ormai denigrare i prodotti cinesi quando sono cinesi anche i macchinari sanitari presenti negli ospedali, è da stolti. 

Ci sono prodotti cinesi di qualità e ci sono prodotti cinesi di altra qualità, dipende appunto dalle tasche. 

Vedendo da vicino la trk si vede che la "mano" non è molto accurata, ma del resto è una moto che costa 6000€ nuova, fa quello che deve fare senza pretese elevate ed è pure carina. 

Questa leoncino sono certo che colpirà molto. Costa poco, ha un look veramente semplice ma convincente e un motorino adeguato a tutte le situazioni. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
NonSonoSimmetrico

Riguardo alla produzione cinese.

E' verissimo che c'è produzione cinese di qualità molto superiore a manufatti europei. Allo stesso tempo è vero che quella produzione costa più dei manufatti europei, non di meno...

Nel 2008 le radiografie dei motori Benelli fusi in Cina non vi dico cos'erano. Un prodotto economico è e rimarrà sempre economico.

Io spero che ne vendano milioni di questo Leoncino perché ha molto di più (inteso come qualità e sostanza) di moto ben più costose. E forse avrà successo anche per il pubblico a cui strizza l'occhio, ovvero chi fa la moto per moda, con la sensazione di stare fuori dalla massa per la marca diversa magari, o qualche irriducibile nostalgico.

Detto questo per me è la fine. Ok commercializzare moto cinesi per rimpinguare le casse, ma fare un progetto così è snaturare tutto quello che restava da snaturare.

Tutti i progetti Benelli hanno avuto qualcosa di originale, era la filosofia di progetto. Dal primo originale Leoncino... dalla Sei al sistema di raffreddamento della Tornato, ai radiatori laterali della TNT, al telaio ibrido, all'eccentrico al posteriore, al non mettere il sensore di velocità sul secondario del cambio come tutto il resto del mondo faceva, alle soluzioni della mai nata Due, alle novità (in un settore come il cross) di un altro aborto come la BX449... Cattiva gestione aziendale, ma le idee c'erano... E invece di tenere la strada delle idee e cambiare quella della gestione fallimentare cosa si fa?

Ora guardo quello che resta e vedo moto cinesi commercializzate e quello che dovrebbe rilanciare la casa è una copia modaiola dello scrambler più famoso e di tendenza.

Tristezza profonda, infinita.

Modificato da NonSonoSimmetrico

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Marines89

Che ci si può fare NonSonoSimmetrico?
Noi nulla. L'ho detto e lo ripeterò sempre (visto che è un mondo di cui faccio anche parte): un'azienda nasce e si sviluppa sull'idea fondamentale che deve generare profitto, altrimenti non ha motivo di stare aperta. Per come la vedo io (anche se comunque sono d'accordo con te sulla filosofia di progetto) penso che, per una azienda, è più facile proporre un prodotto che faccia concorrenza sul mercato (dando quindi agli utenti quello che vuole), piuttosto che proporre soluzioni che magari agli utenti non piacciono per un motivo o per l'altro, rischiando quindi che gli investimenti non abbiano ritorno. Benelli attualmente si è allineata alle richieste di mercato perchè il mercato stesso non ammette più rischi, nessuna azienda vuole investire se solo fiuta la possibilità che l'investimento non sia ripagato. 
30 anni fa il clima era completamente diverso, tutti si rincorrevano facendo a gara sull'idea più innovativa o contro corrente perchè si poteva fare. 30 anni fa si poteva sperimentare. Oggi no. Ma non perchè i progettisti non abbiano le idee, ma perchè è il mercato che non le vuole. La richiesta del mercato ora vuole moto che non riservino sorprese, che rinuncino un po alle emozioni a favore dell'affidabilità e certezza che il mezzo che compri poi non si guasti e si possa rivendere bene. 

Ad esempio quelli di Tesla ci hanno messo un decennio a irrompere sul mercato prepotentemente, partendo dalla semplice Roadster, un'auto che ha rivoluzionato il mercato. Ed ora sono in espansione a macchia d'olio con le nuove Model S, Model 3 e Model X. Sono stati bravi a "farle piacere" al pubblico.

Mezzi innovativi nel mondo moto ci sono: guarda ad esempio le elettriche di Energica (ditta modense). Sono bellissime, offrono prestazioni da 1000cc e sono completamente elettriche. Ma quanti dei qui presenti hanno più di 30.000€ da spendere per una moto? Io personalmente non ne ho nemmeno 3000€. Quindi accetto questa cosa e guardo il mercato evolversi fino a che non potrò permettermi qualcosa meglio di quello che ho.

Per il resto apprezzo gli sforzi fatti dalla nuova gestione per stare al passo col mercato perchè, per come era messa Benelli al momento in cui è stata acquistata dai cinesi, chi sano di mente avrebbe rilevato un'azienda zeppa di debiti, reduce da una gestione fallimentare, con moto prodotte che a tutt'oggi si presentano per richiami (costosi) in garanzia e, nonostante questo, garantire comunque il lavoro piuttosto che lasciare che fallisse definitivamente e chi s'è visto s'è visto?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
NonSonoSimmetrico

Scusa... dici che il mercato non vuole sorprese e con esempio porti la Tesla e i suoi fondi di investimento? Vaaaaa bene. Ok.

Tralasciando le lezioni di economia aziendale... non so su che numeri basi le tue affermazioni ma la nuova gestione Q.J. (nuova per modo di dire, ormai son 12 anni) da che è entrata ha assunto come AD un ex pezzo grosso Yamaha motor Italia (Consonni) che per 2 anni e 3 mesi lavorando mezza giornata e con qualche comparsata in quel di Pesaro due volte a settimana con un bello stipendio ha risanato l'azienda con manovre commerciali fantastiche no?

Poi ha fermato la produzione. Sì perché non so come fai a dire che ha garantito il lavoro, a me risultano operai in protesta fuori della fabbrica prima di andarsene e un ufficio tecnico (ad esempio) passato da 12 persone a 3. Gli operai sono a casa, la Benelli è solo un magazzino ora, che vende moto cinesi con un marchio storico.

Nel tutto c'è stato in mezzo anche una bella istanza di fallimento poi ritirata dal tribunale.

Ora, questa montagna di investimenti per risanare i debiti non risulta a nessuno, o hai informazioni che il resto del mondo non ha, o, come tutti sanno, un gruppo cinese in espansione ma senza storia ha comprato per due lire una azienda ricca di storia come fiore all'occhiello e marketing. Nota che Q.J. ha un capitale di più di 750 milioni di dollari, ed è presente sul listino della borsa Cinese, sin dal 1999... vendono qualcosa come 1milione e mezzo di moto all'anno da tipo 20 anni, veramente pensi che se avessero voluto rialzare una azienda da pochi milioni come Benelli questo sarebbe stato il risultato dopo 12, dico 12 anni?

Poi oh, avrete ragione voi, ma per me il fatto che hai inventato gli scrambler e che una Leoncino degli anni 50 vale 30mila euro e per rilanciarti provi a fare la copia povera della Ducati fa tristezza.

Per me questa azienda meritava molto di più della gestione fallimentare De Tommaso, del mancato rilancio Merloni, e della fantastica gestione salvifica QJIAN JIANG.

Avrei proferito il remake della Motorella Benelli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
RioneroTnT

quotone filippo :ya:

 

giustamente come ha scritto l' Ing. Marines: che si può fare?

noi nulla.

 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Marines89

Guarda NonSonoSimmetrico, lungi da me nell'entrare nello specifico di discussioni riguardanti i lavoratori, i sindacati, le proteste ecc ecc.

Da semplice osservatore esterno mi viene da dire, riguardo alla Benelli: "meglio i cinesi che chiusa per sempre".

Non voglio entrare nel merito di scelte e situazioni aziendali di cui ne so quanto è scritto online. La montagna di debiti da me citata era una metafora figurativa della situazione di un'azienda in fallimento. Sapevo anche io degli operai in protesta e dei pochi salvati rispetto a tutti quelli che erano presenti in fabbrica precedentemente ma, come ho detto sopra, "meglio i cinesi che chiusa per sempre".

Riguardo invece al semplice discorso delle moto: ho sempre trovato poco proficuo giudicare una moto dal fatto che assomiglia più o meno ad un'altra. La Leoncino è una copia della Scrambler, la TRK è una copia del GS e della Multistrada, la Multistrada è una copia del GS ma con 150cv, la GS è una copia della DR 800 Big degli anni '80, la DR 800 Big è una copia della Elefant.................................la ruota degli Inca era copiata da quella dei Sumeri. E via dicendo.

Sono convinto che le moto vadano giudicate singolarmente, come se le altre non esistessero.

Ma se vogliamo fare i confronti posso dire, a parere mio, che la Leoncino è due spanne sopra la Scrambler di Ducati, ma nessuna delle due sarà mai bella come la Bonneville T100. Ed è solo il mio punto di vista soggettivo.
A qualcuno è piaciuta la Honda DN-01 e, in effetti, se la esamini oggettivamente, è una moto che ha un suo perchè. Poi sarà brutta come la fame messa di fianco ad una Panigale, ma comunque è una moto che ha ragione d'essere.
Ci sono un sacco di aziende che hanno fatto la storia nel loro settore e sono state sull'orlo del fallimento per via di scelte "azzardate"  per il mercato (condotta che comunque condivido perchè sto dalla parte del progresso). Prendi ad esempio la Evinrude, motori marini e vari: nata nel 1907, ha prodotto motori marini per 83 anni dopo varie vicissitudini del fondatore ma viene dichiarata fallita nel 2000 a causa di un azzardo sull'iniezione diretta FICHT nei suoi motori 2T fuoribordo (motore che, per altro, ho avuto nella declinazione di 115hp). Rilevata, una volta fallita, dalla Bombardier che, oltre a tenere in vita la Evnirude, unica casa al mondo a produrre SOLO motori 2T marini fuoribordo (i migliori a parer mio), ha travasato quella tecnologia, migliorandola ed evolvendola, che ora usa sia sulle moto d'acqua Sea-Doo, sulle motoslitte Ski-Doo ecc ecc.

Tutti i discorsi dei fasti del passato possono tenerci in ballo per ore a parlare e, da giovane, l'unica cosa che ti posso dire è: "E' per i fasti del passato che ho fatto certe scelte di vita e quei tempi li rispetto per le cose grandi che ci hanno portato, ma bisogna andare avanti, tutto si trasforma ed evolve e quegli stessi fasti ci hanno portato ad oggi".
Quindi che la situazione sia bella o brutta, che le moto di un tempo abbiano fatto la storia o il fallimento di una casa produttrice, bisogna guardare avanti e stare al passo attuando le scelte che possono portare il meglio. Siano esse di "copia/incolla" o "crea nuovo documento".

  • Voto + 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Herr Doktor

Soldi, idee, pazienza. Idee, soldi, pazienza.

Capacità manageriale. In qualsiasi settore industriale.

I nomi del passato sono nomi passati che richiamano vecchie glorie che tanto ai più giovani non dicono niente. I diversamente giovani sorridono e passano oltre perché sanno perfettamente a cosa si riferiscono. Non è vero che prima era tutto bello.

 

Inviato dal mio SM-T335 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Biondo

Quando usci la capostipite tornado che doveva essere quella che avrebbe rilanciato il marchio io non avevo neppure 30 anni non conoscevo neppure le moto che avevano fatto grande questo nome per me Benelli era sinonimo di "motorini"...
Ebbi la fortuna di provarla quella moto dalla forma inconsueta con quegli accorgimenti che la facevano tanto futuristica al punto di chiedersi se fosse solo uno sfoggio di pazzia ingegneristica.
Mi colpi quel essere "diversa" quella ricerca del volersi distinguere ma nonostante ciò ci volle ben 7 anni prima di capire che quel concetto di innovazione sarebbe diventato una irrinunciabile necessità.
Gli anni d'oro del compro la moto la tengo un paio di anni la rivendo praticamente allo stesso prezzo sono solo un ricordo e gli sforzi di fare delle moto fatte "bene" per gente che ne capisce non ha ripagato come si sperava.
Si sarebbe potuto....se si avesse fatto....se invece di fare così si faceva colà....bastava che.....tutto vero però con il senno di poi siamo tutti bravi.
Ora non so se questa nuova gestione mirata più a far profitto che a sfornare innovazione sia la scelta giusta di sicuro come dice Marines senza profitti nessuna attività ha futuro.
Personalmente sarò felice di vedere modelli economici se questi daranno la possibilità di sviluppi futuri all'altezza dei fasti e del nome "fatto in italia" magari con qualche giovane ingegnere spinto da quella passione che nessun investimento potrà comprare.

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

  • Voto + 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Fabionline

quoto Biondo e anche Marines..come gia detto in altri topic sarebbe fantastico se Benelli producesse solo moto innovative e con carattere al livello del trio magico Tornado/TnT/Trek ma visti proprio i problemi degli anni passati nessuno spenderebbe OGGI 10-13-15 mila euro per una moto di quella categoria (supersportiva/maxi naked/sport touring) con scritto Benelli sopra, basta leggere i commenti in giro e parlare con qualche motociclista, e che piaccia o no è cosi vista poi la concorrenza devastante che c'è soprattutto nei settori naked e tourer.

In quanti comprerebbero un'ipotetica evoluzione della Trek magari a 2mila euro più di una tracer senza la sicurezza dell'affidabilità Yamaha? penso pochi.. bruttissimo da dire e mi dispiace tanto visto che come prima moto ho scelto una TnT perchè per me ne vale la pena, ma chi sceglie una Benelli vecchia guardia è lo 0,1% dei motociclisti, mentre in tanti sono interessati alla Trk502 e alla Leoncino (che sono state si costruite in cina ma almeno progettate in italia), perchè a quanto pare offrono molto ad un prezzo competitivo tanto da invogliare anche chi ha dei dubbi sul marchio. Per cui spero che la gestione cinese riesca a far ripartire l'azienda soprattutto a livello di fiducia da parte dei potenziali clienti, dopodichè il massimo sarebbe un ritorno alla filosofia che ha fatto nascere le vecchie glorie, è un sogno al momento ma l'alternativa sarebbe stato un addio definitivo alla casa Pesarese e sinceramente NON lo avrei preferito. Infine, non credo assolutamente che la Leoncino sia la copia povera della Scrambler, basta vedere due foto una a fianco all'altra per vedere tante differenze, dal telaio, al forcellone, al sistema di scarico al telaietto posteriore del passeggero passando per il motore,è tutto diverso in comune hanno solo..che sono due scrambler..ma sinceramente mi piace più la Leoncino dalle foto, ma prima di dare un parere dovrei vederla dal vivo (la ducati l'ho gia vista, non mi ha convinto granchè)

Modificato da Fabionline
  • Voto + 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
NonSonoSimmetrico

Capisco il punto di vista e lo rispetto ma non sono d'accordo con la contraddizione di fondo di Marines.

"meglio i cinesi che chiusa" e poi si parla di scelte di mercato, di rilanci... L'azienda come dici genera profitti. Se non lo fa deve chiudere. O no? Meglio vendere tante Keeway col marchio Benelli? Certo, visto che il problema è il marchio questa è la soluzione migliore...

Diciamo di guardare avanti e poi è meglio tenere in vita uno zombi?

O è meglio fare come la De Tommaso? (Guarda caso i nome che girano son sempre quelli... ) Vendere un marchio ai cinesi per 1,05 milioni ma del prodotto dietro al marchio nulla più? Cito wikipedia:

"Il 19 marzo 2015, il raggruppamento formato da L3 Holding e Genii Capital si era aggiudicato la nuova gara per 2,05 milioni di euro con un piano industriale che prevedeva 60 ricollocamenti nel 2017 e 360 riassunzioni entro il 2021[39], ma non ha onorato il pagamento e pertanto il marchio è stato rimesso in vendita dal tribunale ed è stato aggiudicato a una successiva asta alla società cinese (con sede operativa a Hong Kong e sede legale nelle Isole Vergini britanniche) Ideal Team Ventures Limited per la cifra di 1,05 milioni di euro: non è stato formulato un piano industriale, ma l'aggiudicataria ha semplicemente dichiarato che “ha intenzione di utilizzare il marchio De Tomaso”, generando sconforto negli ex-dipendenti De Tomaso"

Son punti di vista. Personalmente stimo le squadre di calcio che ritirano la maglia di un giocatore quando è ora.

Comunque, ragazzi, tanti discorsi, dopo due lauree in ingegneria e un pò di esperienza in aziende (tra cui la Benelli Q.J.) una cosa l'ho capita anche io: i numeri hanno un senso.

Ha un senso il primo posto di vendite della R1200GS, che da gennaio ad aprile in Italia ne han immatricolate 1381 (è una moto da quasi 20mila euro signori... nel 2016 3303 pezzi venduti).

Ha un senso la Ducati Scrambler con 913 vendite (2113 nel 2016).

E le poche centinaia di BN 302 vendute che grandi numeri han fatto fare? Notare che su moto.it ne sono in vendita già 12 usate. La metà delle quali moto aziendali delle concessionarie.

Chiudo col numero più interessante di tutti nella sua pertinenza qui: Leoncino presenti nei concessionari o in strada ad oggi?

0

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Fabionline

La questione meglio morto che zombie è personale e se ne potrebbe discutere per ore, sono punti di vista, per le vendite invece, la Leoncino ancora non è nei concessionari ne riparliamo quando sarà per strada ufficialmente, la Bn302 ha venduto piu di ktm duke 390, yamaha Mt-03 e Kawasaki Z300 l'anno scorso,e anche la 251 non è andata male, direi che è una buona cosa, non un miracolo ma direi quasi visto la bruttissima reputazione che ha ancora Benelli, e quindi non mi stupisco se da un anno all'altro non è ancora la marca di riferimento italiana, ci vorrà tempo per risollevarsi ma voglio sperarci, se poi andrà tutto in malora pazienza..ma se ad oggi la situazione è questa non è colpa proprio tutta colpa dei cinesi eh..e mi piange il cuore dirlo

ps. sono curioso di vedere come se la caverà nelle vendite la TRK, fra pochi mesi lo sapremo!

Modificato da Fabionline

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Marines89

NonSonoSimmetrico guarda, parliamoci chiaro tralasciando tutti i dettagli aziendali che non ci riguardano: quello che da fastidio a te (e a tanti altri che sento anche in altri forum) presumo sia il fatto che ci sono dei CINESI che vendono le loro moto sotto nome di un glorioso marchio italiano.
E allora? Se fossero i tedeschi che vendono le rosse di Borgo Panigale non sarebbe la stessa cosa?
Se fossero "chissà chi" (visto che, nonostante le varie gestioni è comunque sull'orlo di chiudere) che vendono le MV Agusta, non sarebbe la stessa cosa?

Sono convinto che vi stiano sulle palle i cinesi perchè sono cinesi, non tanto perchè "un'azienda estera ha in mano un'azienda italiano per vendere i suoi prodotti con un'altro nome". Perchè altrimenti questa discriminazione razziale andrebbe fatta sia con Ducati (che fa numeri) che con MV Agusta (che anche lei fa numeri). E invece no, sono tutti lì a sbavare sull'ultima Panigale Superleggera e sull'ultima Brutale.

Se ci si vuole concentrare solo sui marchi che sono 100% Made in Italy allora bisogna guardare l'Aprilia (che è solo per la grazia del gruppo Piaggio che sta in piedi), la Moto Guzzi (per lo stesso motivo di Aprilia), la Moto Morini (che vende moto che rasentano i 20.000€ non offrendo lo stesso pacchetto tecnologico che offre, ad esempio, BMW allo stesso prezzo) e la Bimota (che fa moto che in pochi possono permettersi).

Citi il risultato "scadente" della BN302? Se ce ne sono "solo" 12 in vendita mi auguro che tutte quelle che hanno venduto stiano macinando km per strada.

Siete tanto in attesa di un "risultato" di questa nuova gestione cinese? Il solo fatto che Benelli è ancora un marchio ATTIVO lo considero un risultato perchè, come detto sopra, l'alternativa era "chiusa per sempre". Quello sarebbe stato il vero fallimento. O siete in attesa tutti del resoconto trimestrale per gli azionisti?

Modificato da Marines89

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
NonSonoSimmetrico

Mi sa che abbiamo le idee un pò confuse qui sui concetti di holding, proprietà, gruppi... tralascio.

Le Bn302 in vendita sono troppe. Il modello è uscito da così poco e già trovarne a decine che negli ultimi 3 mesi sono state messe su moto.it (senza contare altre piattaforme tipo subito, i concessionari che postano gli annunci nel loro sito e quelle in conto vendita) mi fa pensare che un pò i numeri sono stati gonfiati dalle immatricolazioni aziendali (tutte le Km 0) e che anche i privati si siano pentiti o comunque la vogliano vendere dopo solo un anno dall'acquisto. L'avevo citata per fare balzare all'occhio dei numeri, ma vabbè... siamo OT.

Tra l'altro trovo molto divertente ed ironico che implicitamente si pensi che un appassionato abbia interessi economici, visto che solo io so quanti soldi ho "impiegato" nelle Benelli.

Proprio perché sono appassionato e non azionista mal sopporto che chiunque, che sia cinese, alieno, o fatto di antimateria, prenda quello che di buono è stato fatto e lo mandi all'aria a questa maniera.

C'è chi li chiama salvatori, io vedo avvoltoi.

Se poi ci sono appassionati che: "meglio così di niente"... ok. 

Quando volete passare a Pesaro sarei felice di accompagnarvi personalmente in Strada della fornace vecchia così vi rendete conto di quanti sia "ATTIVO" il marchio.

Passatemi l'iperbole: c'è chi parla di eutanasia da un ufficio e chi lo fa dal capezzale di un letto. Forse è tutta qui l'origine della divergenza di vedute.

A chi chiede cosa possiamo fare: molto. Comprare la nuova Leoncino: "nelle sue bellissime forme, sarà cinese, sarà economica, sarà quel che volete, ma è incredibilmente bella nella sua semplicità. Vintage-moderno, lo adoro."

Non ho altro da aggiungere. Buona Leoncino a tutti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Fabionline

sulla bn302 sono tutte supposizioni, e contando quante ne ho viste in giro tra rimini e cesena dubito siano tutti numeri gonfiati. comuqnue capisco il tuo discorso NonSonoSimmetrico, ma se Benelli avesse fatto tutto bene fino ad ora non sarebbero dovuti intervenire i cinesi giusto? e probabilmente a quest'ora i pochi che son rimasti a Pesaro a quest'ora sarebbero tutti a casa da pezzo..meglio di niente? forse sarebbe da chiedere a loro e sentire cosa ne pensano. Se la vecchia amministrazione Benelli non avesse fatto uscire i primi modelli di Tnt/tornado/trek con vari difetti congeniti magari la situazione sarebbe diversa, e lo dico da possessore di TNT 899, idem per la gestione della breve esperienza in SBK che a detta di un ragazzo che ci ha lavorato è stata disastrosa, ma sono poco informato quindi non posso dare pareri certi ma solo ipotesi. Per il resto se non fosse che ho gia una TnT la Leoncino non mi dispiacerebbe come motina da tutti i giorni, ma troppe spese purtroppo non posso proprio permettermelo :eheh:

Modificato da Fabionline

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Herr Doktor

Premetto che ho due BMW boxer di cui una storica. I soldi buoni li metto su un marchio affidabile, con una rete mondiale e ottima assistenza.
Ho preso la 251 proprio perché fatta in Cina , moderna e tutto sommato ci ho scommesso solo 2.500 eur oltre la permuta di una Yamaha 250 do brasil. Ottima ma insulsa. Questa invece è una buona iniezione di giovanilismo.
Sinceramente avessi voluto stare sulla fascia 5/6000 eur una Jap tutta la vita per ragioni totalmente evidenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Mauro78

9d151493b800d82b45bb5b873a2cb16b.jpg

444db8d22a7cfa0b13cfa1adbadb6e42.jpg

Probabile prototipo fotografato sulle strade orientali, si fa attendere...


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  • Voto + 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Mettiu87

Salve ragazzi ho preso la leoncino da pochi giorni.. Mi si è accesa la spia avaria motore, e c'è il problema del galleggiante benzina.. Mi potete aiutare grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Herr Doktor

Concessionario cosa dice ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. &è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

×