Jump to content
Notizie
  • Se questo sito ti piace o ti è stato utile, sostienilo con una donazione. grazie
CorradoB

Modifica sensore IAT

Recommended Posts

CorradoB

Oggi avevo appuntamento col mio meccanico per la sostituzione, o meglio l'aggiunta dell bypass ,se cosi vogliamo chiamarlo, al sensore IAT.

Nonostante i buoni e competenti consigli di Marines in un altro post, ho voluto provare, sono duro ? vi dice niente Gragnana? piccolo paesino della provincia di Massa Carrara del quale si narra che il sommo poeta passando da li disse "qui nacque, visse e morì l'uomo più duro del mondo" ...io sono originario di quel paesino ?

Per chi non l'avesse letto se ne parlava qui:

 

 

Comunque sia stamani sono andato e ne ho riparlato col meccanico, il quale mi ha detto che è contrario anche lui alle "scatolette" supertecnologiche dove si possono cambiare le impostazioni, perche oltre che inutilmente costose con queste ultime si possono fare anche "danni" più o meno gravi, e più o meno a lungo termine.. smanettanto si rischia di alterare "gravemente" i parametri e non certo di aumentare cv o coppia!

Questa che mi ha messo lui non è modificabile, abbassa solamente di qualche grado la temperatura rilevata dalla centralina.. ad esempio a 40° reali ne rileverà 35°, a 20° ne rileverà 15°  e così via, mai particolarmente distanti dalla realtà, e con il solo scopo di ingrassare un poco la carburazione in tutti i regimi e le condizioni , carburazione tenuta dalla fabbrica volutamente più magra anche per le stringenti normative euro 4, non che così si va fuori dalle normative, si sta solo più vicino ai limiti, cosa che le case non fanno per evitare problemi con queste.

Rimappando la centralina si otterrebbero i soliti effetti...rimappandola in maniera sbagliata o oltre i limiti si provocherebbero danni e comunque si potrebbe andare fuori dalle norme euro 4.. affinando la mappatura invece  si starebbe sempre dentro ma più vicino ai limiti dai quali le case si tengono a un certo margine, con miglioramenti nell'erogazione del motore, (non altro, chi promette altro mente) neanche a dirlo rimappare la centralina e ingannare il sensore, anche se in fondo portano i soliti risultati (intendiamoci, in questo caso..non sempre, se si prepara un motore si rimappa anche la centralina..non si inganna il sensore di temperatura )  hanno costi diversi, non sò il costo della rimappatura ma a me stamani controllo generale, pulizia e ingrassaggio catena e sensore 50€ ..credo onesto e accettabile.

Come va con sto sensore? ovviamente non ho riferimenti precisi da dare se non le mie sensazioni, ne inutilmente entusiastiche ne deludenti anche perchè come detto ero consapevole di non aspettarmi chissa cosa.

Magari aggiornerò anche dopo un tot di km maggiore o dopo aver provato anche in altre condizioni, per ora dopo un ventina di km tra citta e qualche curva in collina salita e discesa devo dire che la cosa che ho notato di più è il consistente calo dell'on\off, un motore un po meno sensibile all'acceleratore, nel senso di meno "scorbutico" a bassisimi regimi, e una lieve tendenza a salire di giri più velocemente almeno nelle marce basse (si, per provare stamani gli 8500\9000 li ho visti parecchie volte ?) ...se dovessi riassumere in una sola parola direi.. fluidità.

Ripeto, sapevo cosa aspettarmi ed ho trovato esattamente quello...lo dico perche si sente di gente che dopo queste modifiche parla di  "tendenza ad impennarsi" come ho sentito in giro, un tipo adirittura ne ha messa una pluriregolabile anche da app col cellulare da 300€ e ha "..dovuto mettere la corona con due denti di meno perche non stava giù! " ..CAGATE!!

In conclusione, se volete montarla per avere quel poco miglioramento che ho detto, sopratutto sull on\off ( che a me non dava neanche fastidio) , per 50 euro si può anche fare.. non certo quelle da 300€ che più di questa possono solo fare danni...quindi se dell' on\off e di quei picolissimi miglioramenti non ve ne può fregar di meno potete evitare di metterla che il felino va benissimo anche così come mamma Benelli...e le norme euro 4 lo hanno fatto!

Share this post


Link to post
Marines89

Ottima recensione caro Corrado e comunque sono contento e, come te me l'aspettavo, che anche gli effetti siano quelli teorizzati. 
Di sicuro un effetto c'è nell'ingrassare la carburazione, questo non lo nega nessuno. Nella mia esperienza di mappature il freno motore e "l'effetto on/off" si può regolare a piacimento sapendo su quali celle intervenire e per questo mi sono "cucito addosso" una mappa apposita per la mia TreK. Ma la cosa curiosa è che di tutte quelle che ho provato a fare negli anni, e soprattutto recentemente con i programmi di CFD con cui lavoro, alla fine ho sempre usato come ottima base quelle originali, senza scostarmi troppo. Questo perchè sono già state pensate e perfezionate per rispondere alle normative e dare al motore il carattere che ha.
Ovvio, la normativa Euro4 e la futura 5 hanno come effetto un comportamento molto scorbutico ai bassi dato dalla miscela stechiometrica, e questo purtroppo è una cosa imprescindibile per poter omologare i motori nei cicli guida, non possiamo farci nulla.

In ogni caso spero tu ne sia contento, come consiglio, se ti andrà, ogni tanto scollega questa scatoletta e guida la moto nella sua configurazione originale per qualche giorno, in questo modo dovresti riuscire a far espellere al motore eventuali residui depositatisi nella camera di combustione e nei condotti di scarico dovuti alla miscela più grassa e in questo modo aiuti il catalizzatore a rimanere efficiente. 

Share this post


Link to post
CorradoB
42 minuti fa, Marines89 ha scritto:

Ottima recensione caro Corrado e comunque sono contento e, come te me l'aspettavo, che anche gli effetti siano quelli teorizzati. 
Di sicuro un effetto c'è nell'ingrassare la carburazione, questo non lo nega nessuno. Nella mia esperienza di mappature il freno motore e "l'effetto on/off" si può regolare a piacimento sapendo su quali celle intervenire e per questo mi sono "cucito addosso" una mappa apposita per la mia TreK. Ma la cosa curiosa è che di tutte quelle che ho provato a fare negli anni, e soprattutto recentemente con i programmi di CFD con cui lavoro, alla fine ho sempre usato come ottima base quelle originali, senza scostarmi troppo. Questo perchè sono già state pensate e perfezionate per rispondere alle normative e dare al motore il carattere che ha.
Ovvio, la normativa Euro4 e la futura 5 hanno come effetto un comportamento molto scorbutico ai bassi dato dalla miscela stechiometrica, e questo purtroppo è una cosa imprescindibile per poter omologare i motori nei cicli guida, non possiamo farci nulla.

In ogni caso spero tu ne sia contento, come consiglio, se ti andrà, ogni tanto scollega questa scatoletta e guida la moto nella sua configurazione originale per qualche giorno, in questo modo dovresti riuscire a far espellere al motore eventuali residui depositatisi nella camera di combustione e nei condotti di scarico dovuti alla miscela più grassa e in questo modo aiuti il catalizzatore a rimanere efficiente. 

:thanks:

Avevo già pensato di provarla bene e poi scollegarla, ma per notare meglio le piccole differenze..a maggior ragione lo farò periodicamente seguendo il tuo consiglio.

Share this post


Link to post
tlucianoit

Come da consigli e da mio intuito, la moto è originale e resterà originale, finchè il padrone sono io! Potrei azzardarmi come ho detto a Corrado in un altro post a fare una modifica e tirare via il catalizzatore ma solo per prova.Per me la moto così va che è na bellezza!!!Meglio spendere i soldi in benza!

Share this post


Link to post
gilly
In 19/2/2019 at 11:19 , tlucianoit ha scritto:

Come da consigli e da mio intuito, la moto è originale e resterà originale, finchè il padrone sono io! Potrei azzardarmi come ho detto a Corrado in un altro post a fare una modifica e tirare via il catalizzatore ma solo per prova.Per me la moto così va che è na bellezza!!!Meglio spendere i soldi in benza!

poi tanto , quando ci sei sopra, ed è la cosa piu' importante,  il terminale di scarico, bello o brutto, non lo vedi mica....:asd:

Share this post


Link to post
tlucianoit

Probabilmente ne sai più di me.Comunque la Leo va bene così com'è, per me!

Share this post


Link to post
CorradoB

Primo centinaio di km dopo la modifica... i primi 20km avevo "forzato" un po per provare e ovviamente non avevo notato grandi differenze..

Andando tranquillo in città, invece è dove si nota di più, veramente "docile" sottocoppia, abituato com'ero a centellinare gas e frizione per domare il suo fare scorbutico, mi da persino "fastidio" questa fluidità, sembra e ripeto SEMBRA quasi "impastato" rispetto a prima, ma quando si apre il gas sale che è un piacere anche da 2000 giri in terza e adirittura in quarta ..

Strada di montagna, curve, curvoni è il solito felino..godurioso come sempre tranne nei tornanti stretti a gomito dove è migliorato parecchio..., scusate il gioco di parole, prima mettevo la prima, per non giocare di frizione in seconda..ora in seconda senza neanche sfiorare la frizione riparte dopo il gomito, in salita, da 1800 giri senza il minimo tentennamento!

Una cosa che ho notato , sembra che scaldi un pochino di più..era praticamente da ottobre scorso che non sentivo la ventola, oggi si è accesa più di una volta...potrebbe essere anche la temperatura esterna più alta, la borsa che ho trà le forcelle che fa arrivare meno aria...terrò d'occhio sta cosa comunque.

Edited by CorradoB

Share this post


Link to post
Umberto93

Corrado da due giorni ho montato anche io una borsa davanti alle forcelle e sebbene non copra tutta l'aria ho notato anche io un significativo aumento delle temperature.

Share this post


Link to post
CorradoB
5 minuti fa, Umberto93 ha scritto:

Corrado da due giorni ho montato anche io una borsa davanti alle forcelle e sebbene non copra tutta l'aria ho notato anche io un significativo aumento delle temperature.

Grazie dell'informazione...purtroppo temevo sta cosa, ma non pensavo così tanto  , specialmente con sto freddo ? ..e con l'aumento delle temperature penso che si dovrà toglierla...

IMG_20190222_142737.thumb.jpg.46782360bc250ed12a89020977d6b20e.jpg

Share this post


Link to post
CorradoB
1 ora fa, Umberto93 ha scritto:

Corrado da due giorni ho montato anche io una borsa davanti alle forcelle e sebbene non copra tutta l'aria ho notato anche io un significativo aumento delle temperature.

..se la tua è tonda (barilotto) e non hai il cupolino una soluzione potrebbe essere questa...la foto è scura e non si vede benissimo ma non mi sembra male!

1601954606_borsamanubrio.PNG.d27f321b06e4c1ef9e087d8c8495d4ae.PNG

Share this post


Link to post
Umberto93

Sì la mia è tonda e non ho il capolino ma per il momento comunque lo tengo fisso poi quando ci saranno 40 gradi all'ombra valuterò se usarlo solo quando strettamente necessario. Alla fine dentro ci tengo solo uno zainetto pieghevole nel caso in cui mi serva quando sono in giro per portare qualcosa e una tuta impermeabile. Quindi potrei fare a meno..

Share this post


Link to post
CorradoB

il mio è vuoto ? ho tutto nelle borse, e quando mi prende di togliere quelle, uno zainetto di nylon per le emergenze e il kit foratura con tre bombolette di co2 sono riuscito a farle stare sotto alla sella...alla fine la borsetta per le forcelle l'ho fatta più per estetica e per sfizio che per  altro..

Share this post


Link to post
CorradoB
Posted (edited)

Dopo 150km tra rotatorie ,incroci e traffico cittadino confermo quanto detto sopra a riguardo della modifica al sensore IAT.. a bassissimi giri il, prima, nervosetto felino diventa docile come un micino!

Edited by CorradoB
  • Upvote 1

Share this post


Link to post
Umberto93

Tornando al discorso della borsa alle forcelle, e conseguentemente, all’aumento della temperatura del motore vorrei da sapere se stare sempre attorno agli 85/87 gradi con accensioni frequenti dello ventola sia un problema o abbia delle conseguenze. Perché davvero non vorrei rinunciare a quella borsa ma la temperatura fa fatica ad abbassarsi per il cono di aria ridotto...

Share this post


Link to post
CorradoB

Se escludiamo la ovvia minor durata della vita della ventola visto che lavora molto più del normale non credo dia problemi particolari, visto che la ventola la riporta sotto ai 95 e mamma Benelli ha previsto quella soglia di intervento... Certo a primavera per non dire in estate si avrà un phon che soffia costantemente nelle gambe.. È questo non è proprio il massimo della gioia ?

Share this post


Link to post
Umberto93

Infatti vedendo in primavera ed estate non oso immaginare che temperature possa raggiungere o quanto sotto sforzo sarà la ventola se già oggi a 17 gradi si surriscaldava...

Share this post


Link to post
zzzz1975
4 ore fa, CorradoB ha scritto:

Se escludiamo la ovvia minor durata della vita della ventola visto che lavora molto più del normale non credo dia problemi particolari, visto che la ventola la riporta sotto ai 95 e mamma Benelli ha previsto quella soglia di intervento... Certo a primavera per non dire in estate si avrà un phon che soffia costantemente nelle gambe.. È questo non è proprio il massimo della gioia ?

Se si accende di frequente io sposterei la borsetta per evitare di tenere troppo alta la temp...e per evitare che si usuri la ventola ( meno gira meglio è)

Share this post


Link to post
Umberto93

?????

Share this post


Link to post
CorradoB
27 minuti fa, Umberto93 ha scritto:

?????

la mia non occupa tutto lo spazio, 1\3 rimane libero...ma l'ho sempre tenuta spostata in alto a contatto del faro..proverò a metterla in basso a contatto del parafango..non credo che cambi molto, ma con i flussi d'aria non si  sa mai ? ..la tua occupa tutto lo spazio? te hai provato a spostarla?

Share this post


Link to post
Umberto93

La mia occupa anche qualcosa in più di 2/3 secondo me. E l'ho posizionata sotto il faro dove per altro, ho scoperto, converge il flusso d'aria. In effetti se la mettessi a contatto con il parafango (non so se sia il nome corretto) l'aria la spingerebbe comunque in alto. Ad ogni modo stamattina la ventola si è accesa troppe volte per esserci solo 20 gradi. Se già così si accende praticamente di continuo a 30 gradi non ce la si fa. La userò solo al bisogno (dentro ho lo spray per le forature e alcuni attrezzi) e il radiatore si riempirà di moscerini... (non mi piace il pararadiatore).

Share this post


Link to post
CorradoB

la mia è stretta precisa con le cinghie che ho fatto a misura e non si muove...proverò a metterla in basso per vedere se cambia qualcosa ?

Ps. un consiglio, butta lo spray per le forature ...fatti un kit di riparazione con qualche bomboletta di aria compressa e in pochi minuti ti fai una riparazione come quella del gommista ?

Share this post


Link to post
Marines89

visto che stiamo andando verso normative sempre più stringenti è normale che il motore scaldi più di quelli di qualche anno fa. Ormai 90-95° di temperatura di funzionamento sono normali. Inoltre nel traffico cittadino il motore scalderà più del normale perchè per far funzionare correttamente il catalizzatore la centralina mantiene un rapporto aria/carburante stechiometrico, che è la condizione di combustione che massimizza la temperatura di combustione, di conseguenza il motore scalda un po di più. Ma non ci si può fare nulla, i motori moderni devono funzionare così altrimenti non li possono omologare e vendere.


E' ovvio che il radiatore deve essere correttamente esposto al flusso d'aria per poter fare il suo lavoro e vi consiglio di non interporre nulla che possa limitare la funzione del radiatore.

  • Like 1
  • Upvote 1

Share this post


Link to post
gilly

normalmente in marcia il ventilatore non dovrebbe intervenire,  di solito interviene  a motore acceso e moto ferma, o velocita' molto ridotta causa traffico, code o salite molto ripide... in quei casi che il radiatore sia coperto, non fa molta differenza... se interviene nella marcia normale su strada , allora probabilmente c'è qualche problema da non sottovalutare....

  • Upvote 1

Share this post


Link to post
CorradoB

Non è che con la borsetta la ventola interviene anche in marcia...il problema è che le temperature restano sempre oltre gli 85° e basta fermarsi un secondo che va a 92° e parte la ventola, praticamente ad ogni fermata o rallentamento....

Share this post


Link to post
tlucianoit
Posted (edited)

Come ha detto saggiamente il Masso , meglio non interporre nulla fra radiatore e aria diretta.  Anche solo il copri radiatore se non studiato correttamente dà problemi.  Certo che vorrei vedere con temperature esterne sopra i 30°, magari in colonna , con continue fermate e velocità ridotta, cosa succede!

Edited by tlucianoit

Share this post


Link to post

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...