Jump to content
Notizie
  • Se questo sito ti piace o ti è stato utile, sostienilo con una donazione. grazie
dsesmo

Abbassare avantreno

Recommended Posts

dsesmo

Ho una Trail e qualcuno mi consigliava di abbassare di qualche cm le forcelle anteriori.  So che lo stanno facendo in molti . Voi che ne pensate?

Share this post


Link to post
Marines89

liberissimo di farlo, solo non esagerare, se le abbassi troppo rischi che ti si chiuda lo sterzo anche a pieghe modeste.
Procedi di 5mm alla volta, di solito bastano già 5mm per sentire differenze.

Share this post


Link to post
CorradoB

 

Dsesmo scusa la domanda, ma non capisco.... a che scopo prendere una Trail e poi abbassare le forcelle?

Share this post


Link to post
zzzz1975

Si nn capisco nemmeno io..

Share this post


Link to post
dsesmo

Sinceramente la vedo bilanciata tra anteriore e posteriore. Mi é stato consigliato da chi lo ha  fatto su molte leoncino trail per avere un anteriore + aggressivo.

Share this post


Link to post
gilly

immagino che per abbassare le forcelle  tu intenda abbassare il cannotto di sterzo... ( in modo che le forcelle sporgano in alto )  io lo avevo fatto sulla moto vecchia, mi sembrava che andasse meglio, poi il meccanico mi ha detto che era meglio i lasciarle come in origine, e caso mai mettere  uno spessore per comprimere di piu' le molle, cosa che ho fatto...

Share this post


Link to post
zzzz1975

Se metti uno spessore indurisci le molle.....se sposti le forcelle sposti il baricentro....

Share this post


Link to post
gilly
28 minuti fa, zzzz1975 ha scritto:

Se metti uno spessore indurisci le molle.....se sposti le forcelle sposti il baricentro....

ok, ma cio' che si cerca con queste due soluzioni, è  aumentare la reattivita' dell' avantreno  

Share this post


Link to post
zzzz1975

Si certo....ma per come la vedo io non serve a nulla....a meno che uno nn sia un pilota o un preparatore professionista....nn credo che noi utilizziamo la moto al 110% delle sue possibilità .

Facendo un intervento del genere vai a toccare degli equilibri “medi” per piloti “medi” studiati in fabbrica.

Spostando quell’equilibrio magari rimani all’interno di quel buffer di sicurezza previsto ma devi sapere bene quello che stai facendo...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Marines89

beh, è giustissimo quello che dice zzzz1975, le moto per come escono di fabbrica sono già frutto di compromessi studiati a tavolino. Poi attenzione, usiamo due pesi e due misure, Benelli è Benelli, BMW è BMW e Honda è Honda. Abbiamo già visto che alcune delle recenti Leoncino e TRK hanno qualche pecca di fabbricazione, pecche che è difficile trovare in una Honda o in una BMW.

In ogni caso, per lo "sfilamento" delle forcelle, più che il baricentro (che si posta di pochissimi millimetri e quindi influisce poco) è più che altro l'avancorsa della ruota anteriore che cambia, riducendosi e ottenendo quindi una moto più reattiva nei cambi di direzione e più "carica" sulla ruota anteriore. Lo stesso effetto si può ottenere anche alzando il posteriore ma questo cambia anche l'altezza della moto (e si parla sempre di mm) e altri parametri che dipendono da come si è proceduto per alzare il posteriore.

Inserire uno spessore sulle molle anteriori cambia anch'esso l'altezza delle forcelle anteriori, in pratica avendo delle molle più precaricate la moto resterà più "alta, ma questo, di fatto, cambia anche tutto il funzionamento della forcella anteriore che lavorerà diversamente anche con l'idraulica di smorzamento. Perciò con questa soluzione si hanno troppi effetti e risulterà difficile individuare il responsabile del diverso comportamento della moto.

  • Like 1

Share this post


Link to post
zzzz1975

Hai ragione Marines..

la mia era una considerazione per arrivare a dire che secondo me nn ne vale la pena impelagarsi in cose  dove non hai la piena consapevolezza di dove vai a finire...

Share this post


Link to post
Emilio
In ‎16‎/‎04‎/‎2019 at 09:47 , dsesmo ha scritto:

Ho una Trail e qualcuno mi consigliava di abbassare di qualche cm le forcelle anteriori.  So che lo stanno facendo in molti . Voi che ne pensate?

Ciao Dsesmo, mi allineo con quanto già detto da Marines89 e ZZZZ1975. Le modifiche di questo tipo è bene farle intanto solo se si è consapevoli di cosa si stia facendo e se si ha esperienza in campo, inoltre sono modifiche che si fanno di qualche mm, non di qualche cm. Quando gareggiavo andavamo a modificare le geometrie della moto di pochi mm, proprio perché portando il mezzo al limite, ogni minimo cambiamento di ciclistica va ad incidere in maniera sensibile sul comportamento del mezzo. Ed è sempre consigliabile effettuare modifiche di singoli parametri alla volta proprio per potersi rendere effettivamente conto di quale comportamento avrà la moto con quella specifica modifica. (ti parlo di competizioni, ma il discorso vale anche su strada, chiaramente in maniera meno esasperata).
Il discorso di andare ad agire con spessori sulle molle delle forcelle in realtà per come la vedo io va ad irrigidire la molla (se ho capito di che modifica si parla, è come un precarico pari allo spessore inserito) e ridurre la corsa effettiva  dell'avantreno, e pertanto avrai per certi versi l'esatto opposto risultato, ovvero un avantreno più "sostenuto", quindi anche probabilmente più alto in ordine di marcia (nel post hai scritto di volere un anteriore più aggressivo, quindi in teoria dovresti infilare le forcelle abbassando il muso della moto, non sfilarle alzando il muso... per intenderci dovresti "abbassare" le piastre facendole scivolare sulle forcelle ).

Io ho una TRK 502 X ed avvertivo una impostazione di guida un po' "seduta", ho infilato le forcelle prima di 3mm, poi son passato a circa 6 mm ed ho precaricato leggermente il monoammortizzatore per sorreggere un po' di più il fondoschiena della TRK. Con queste modifiche sulla TRK ora mi trovo meglio avendo un anteriore più aggressivo (come dicevi tu per la Leoncino) in ingresso curva, ma già con queste piccole modifiche avverto l'anteriore che morde molto di più la curva, e tende rispetto a prima a chiudere anche di più... andassi oltre probabilmente rischierei più facilmente come ha scritto Marines89 il chiudersi dello sterzo. Quindi tornando all'inizio, occhio alle misure delle modifiche ;-)

Chiudo ribadendo che le moto escono in linea di massima ben equilibrate dalle aziende costruttrici, e non è detto che nell'uso quotidiano in strada si possano avvertire cosi tanto certe modifiche, proprio perché in teoria in strada dovremmo passeggiare e non correre :-))
quindi valutare sempre bene se vale la pena fare modifiche importanti, e soprattutto segnarsi sempre il punto da cui si è partiti, cosi da poter ritornare alle regolazioni iniziali dovessero rivelarsi non soddisfacenti le modifiche apportate.
E dopo questo mio pippone chilometrico... buona strada a tutti!!!! ;-))) 
Siete pronti ai due mega ponti per macinare chilometri? :-))

  • Like 1

Share this post


Link to post
gilly
9 ore fa, Marines89 ha scritto:

beh, è giustissimo quello che dice zzzz1975, le moto per come escono di fabbrica sono già frutto di compromessi studiati a tavolino. Poi attenzione, usiamo due pesi e due misure, Benelli è Benelli, BMW è BMW e Honda è Honda. Abbiamo già visto che alcune delle recenti Leoncino e TRK hanno qualche pecca di fabbricazione, pecche che è difficile trovare in una Honda o in una BMW.

In ogni caso, per lo "sfilamento" delle forcelle, più che il baricentro (che si posta di pochissimi millimetri e quindi influisce poco) è più che altro l'avancorsa della ruota anteriore che cambia, riducendosi e ottenendo quindi una moto più reattiva nei cambi di direzione e più "carica" sulla ruota anteriore. Lo stesso effetto si può ottenere anche alzando il posteriore ma questo cambia anche l'altezza della moto (e si parla sempre di mm) e altri parametri che dipendono da come si è proceduto per alzare il posteriore.

Inserire uno spessore sulle molle anteriori cambia anch'esso l'altezza delle forcelle anteriori, in pratica avendo delle molle più precaricate la moto resterà più "alta, ma questo, di fatto, cambia anche tutto il funzionamento della forcella anteriore che lavorerà diversamente anche con l'idraulica di smorzamento. Perciò con questa soluzione si hanno troppi effetti e risulterà difficile individuare il responsabile del diverso comportamento della moto.

beh, nel caso che ho detto io,  era stato fatto su una moto di 22 anni,  che aveva le molle  "scariche"  e affondavano  troppo  , su una moto nuova non andrei certo a toccare nulla  anzi, mi pare anche troppo rigida e aspetto che si "smolli" un po'.  cmq,  non si era alzata, ma solo  divenuta meno ondeggiante,  poi ogni sospensione fara' storia a se,  non ho neanche idea di come sia fatta quella della leoncino... nel trhead  dsesmo dice  "So che lo stanno facendo in molti "... ma non dice il motivo per cui lo fanno...

Share this post


Link to post
Marines89

si si certo.
Vorrei comunque puntualizzare che se una sospensione sembra "molle" non è assolutamente detto che sia colpa della molla perchè la molla è un pezzo che non si deteriora col tempo, la sua costante elastica rimane, appunto, costante (l'acciaio per molle è uno dei più resistenti alla perdita delle caratteristiche dovute alla fatica e il suo campo di funzionamento non è nemmeno vicino ai limiti inferiori di fatica del materiale), l'idraulica e l'olio invece si. 
Le sospensioni più "economiche" (si intende praticamente quelle di serie), per ottenere lo smorzamento idraulico, hanno dei fori di diametro opportuno e quindi non sono parti mobili e in questo caso sarà l'olio che perderà le sue caratteristiche col tempo. 
Le sospensioni più raffinate invece hanno la "piramide" di lamelle per ottenere lo smorzamento idraulico e, nonostante siano molto più efficaci del sistema con i fori calibrati, sono più soggette allo "spompaggio" improvviso. Se la piramide di lamelle cede, la sospensione cede di schianto e rimane solo la molla a lavorare, lo smorzamento sarà quasi nullo e quindi comincerà ad ondeggiare molto sembrando appunto "molle". Molti non esperti, di fronte a questo problema, pensano di irrigidire precaricando la molla quando invece il problema è l'idraulica che non lavora più. A questo va aggiunto comunque il deterioramento dell'olio che, se sentite i sospensionisti, andrebbe cambiato ogni 15.000-30.000km di utilizzo stradale oppure 30h di utilizzo fuoristradistico.

  • Like 1

Share this post


Link to post

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...