Jump to content
Notifica
  • Se questo sito ti piace o ti è stato utile, sostienilo con una donazione. grazie !
  • Gustavo Morea ci mostra l'assemblaggio


    CorradoB

    Recommended Posts

    Mrz80

    Che spettacolo.
    Quindi non sono tutti fatti in Cina...

    Inviato dal mio Mi 9 SE utilizzando Tapatalk

    Che spettacolo.
    Quindi non sono tutti fatti in Cina...

    Inviato dal mio Mi 9 SE utilizzando Tapatalk

    Link to post
    CorradoB
    27 minuti fa, Mrz80 ha scritto:

    Quindi non sono tutti fatti in Cina...

    chissa quanti stabilimenti hanno in giro per il mondo....come tutte le altre case del resto...ma per denigrare fa molto figo dire "è made in china" 😉

    Link to post
    Davide_P

    Quel che importa è che la produzione segua standard e processi comuni ovunque sia eseguita. Tra l'altro quello che vediamo qui è la sola fase di assemblaggio, mentre non c'è nulla della parte di progettazione e ingegnerizzazione.

    Il "made in china" è sempre relativo: prendi Huawei o Xiaomi e non hai particolari pregiudizi. Vai dal cinese sotto casa e ti fai il segno della croce.

    Vedendo il trk, credo che la moto sia frutto di alcuni inevitabili compromessi per contenere i costi. Tutte le parti critiche (telaio, sospensioni, freni, motore, etc) sono di buona qualità, mentre il resto (bulloneria di supporto, cablaggio, etc) e alcune modalità di di assemblaggio mi sembrano un pò basic.

    Ad esempio le viti del telaio del portpacchi del trk, non critiche nella struttura complessiva della moto, le ho trovate un pò fragili e le ho sostituite con quelle di acciaio vero. Immagino che le specifiche di quelle viti siano comuni a tutti gli stabilimenti.

    Ovviamente si tratta di impressioni personali.

    Edited by Davide_P
    Link to post
    Niko il Brusco
    37 minuti fa, Davide_P ha scritto:

    Ad esempio le viti del telaio del portpacchi del trk, non critiche nella struttura complessiva della moto, le ho trovate un pò fragili e le ho sostituite con quelle di acciaio vero. Immagino che le specifiche di quelle viti siano comuni a tutti gli stabilimenti.

    Ovviamente si tratta di impressioni personali.

    Impressioni totalmente condivise, tu calcola.. recentemente ho postato il lavoro dello spostamente delle frecce, non l ho scritto.. ma ho trovato un bel po di ruggine sotto le viti e nei filetti del portapacchi. La mia moto in un anno e poco piú non ha preso una goccia d acqua, sempre in box, lavata una volta.. fai tu.. idem lo sto vedendo nei serraggi del para carene , le famose orecchie.

    Dovrò smontare un po di pezzi, controllare ed in caso wd40 o sostituzione viteria..

    Ecco ..penso che migliorare queste cose non costi una fortuna.  Ragionando in economia di scala.. ma migliorano sicuramente la durata nel tempo della moto... Anche perchè la ruggine "corre".

    P.s.sto parlando di pochi depositi di ruggine.. nulla di stravolgente o di indebolimento.. fastidiosa piú alla vista che al mezzo.

     

    • Like 1
    Link to post
    sergio 65
    In 26/7/2020 at 14:58 , Niko il Brusco ha scritto:

    Impressioni totalmente condivise, tu calcola.. recentemente ho postato il lavoro dello spostamente delle frecce, non l ho scritto.. ma ho trovato un bel po di ruggine sotto le viti e nei filetti del portapacchi. La mia moto in un anno e poco piú non ha preso una goccia d acqua, sempre in box, lavata una volta.. fai tu.. idem lo sto vedendo nei serraggi del para carene , le famose orecchie.

    Dovrò smontare un po di pezzi, controllare ed in caso wd40 o sostituzione viteria..

    Ecco ..penso che migliorare queste cose non costi una fortuna.  Ragionando in economia di scala.. ma migliorano sicuramente la durata nel tempo della moto... Anche perchè la ruggine "corre".

    P.s.sto parlando di pochi depositi di ruggine.. nulla di stravolgente o di indebolimento.. fastidiosa piú alla vista che al mezzo.

     

    pure io ogni vite che smonto la cambio con viti 8.8 ,tipo quelle da 6mm che regono la sella si sono rotte appena strette 

     

    Link to post
    Niko il Brusco
    1 ora fa, CorradoB ha scritto:

    che sarebbero? il tipo di acciaio?

    non esattamente.. indica la classe di resistenza degli acciai..

    ecco:

    Gli acciai di cui sono composte le viti e le viti prigioniere con una classe di resistenza pari a quella indicata nella colonna di destra della tabella che segue, devono avere le caratteristiche chimiche in linea con quanto scritto sotto: 

     
    CAR-CHIMICHE-ELEM-COLLEG.png
    Edited by Niko il Brusco
    Link to post
    Herr Doktor

    Parliamo di prezzi: acciaio non legato (ferraccio) circa 1,5 €/kg , acciaio legato al carbonio può arrivare a 200 €/kg.
    Insomma la bulloneria (bolts and nuts) ha un valore non trascurabile in certi progetti meccanici e impiantistici

    Link to post
    Niko il Brusco
    3 minuti fa, Herr Doktor ha scritto:

    ha un valore non trascurabile in certi progetti meccanici e impiantistici

    vero, ma in una economia di scala si abbassa notevolmente.

    Link to post
    Herr Doktor

    Certamente ma i grossi quantitativi rendono significativi anche i centesimi di euro. Mi riferisco a decine di tonnellate

    Non ho idea di quanto incide la bulloneria nel comparto automotive, sono in un altro settore (impianti oil & gas)

     

     

    Link to post
    Davide_P
    2 ore fa, Niko il Brusco ha scritto:

    vero, ma in una economia di scala si abbassa notevolmente.

    Anche alla ferraglia applichi le economie di scala (e di varietà aggiungerei) e il costo totale di qualche tonnellata di viti di latta e sicuramente più basso di quello di una tonnellata di viti di acciaio a parità di sconti quantità.

    Visto il prezzo di una Benelli, non faccio fatica a pensare che siano andati un pò al risparmio per alcune dotazioni non critiche (viti e bulloni non portanti per frecce, portapacchi, carenatura, etc..e le avvitano pure male). 😁

     

    Link to post
    Davide_P
    10 minuti fa, sergio 65 ha scritto:

    4 perni zingati 6 x 30  lobo 8,8 60 cm,

    Vai a sapere.

    La scelta potrebbe essere legata anche alla catena di fornitura, ai contratti con certi fornitori e non altri, alla logistica, alla gestione del magazzino: tutte voci che impattano sul costo finale, oltre al semplice costo del prodotto in quanto tale.

    Link to post
    Niko il Brusco

    La minuteria , fatta bene e a specifica, non costa nulla nel totale della moto.. certo su grandi numeri è una voce di spesa.

    Vi faccio un esempio..mondo auto. La sparizione della ruota di scorta (cerchio in ferro e pneumatico con misura identica al montato..non il ruotino)..

    Ecco quella ruota costava 40 euri .. e spazio per tenerla ce ne è in abbondanza.. eliminandolo hanno risparmiato 40 euri su ogni vettura.. e ti hanno messo un kit foratura (ridicolo da 4 euro)..

    Link to post
    sergio 65

    io ricordo che un mio amico lavorava in piaggio a pontedera penso in qualche uff per omologazioni,mi aveva detto che in piaggio avevano fatto ricorso contro la motorizzazione perche per omologarle voleva sull ape 50 i due fari  posteriori,..cosa sarà mai costato un faro'forse 1000 lire, ma moltiplicato pr tutta la produzione era una bella cifra

     

    • Upvote 1
    Link to post

    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Reply to this topic...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

    ×
    ×
    • Create New...

    Important Information

    Utilizziamo cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy. Privacy Policy