Jump to content
Notizie
  • Se questo sito ti piace o ti è stato utile, sostienilo con una donazione. grazie

Leaderboard

  1. Marines89

    Marines89

    Supporter


    • Points

      27

    • Content Count

      6,710


  2. CorradoB

    CorradoB

    Supporter


    • Points

      18

    • Content Count

      1,014


  3. gilly

    gilly

    Membri


    • Points

      11

    • Content Count

      300


  4. zzzz1975

    zzzz1975

    Membri


    • Points

      10

    • Content Count

      475



Popular Content

Showing content with the highest reputation since 03/23/2019 in all areas

  1. 3 points
    La Leo è la Leo e basta! Può avere qualche piccolo difetto, ma come ha detto qualcuno che se ne intende è ben sopra a tanti altri marchi della stessa categoria! Steli da 51, doppio disco con 4 pistoncini semiflottanti, ABS .Ti sembra poco! Il 500 è un motore affidabile! Quando ci sali e lo senti cantare è come sentire una sinfonia! Fino ad ora non mi sembra ci siano stati molti problemi, a parte uno dei sensori di livello che mi sembra comune a tante delle prime serie, vedremo poi le altre. Cosa dire, un sensore e cos'altro il prezzo che è popolare sì forse è un difetto che ben presto vedrete ci daranno una bella spinta verso l'alto vedendo che con così poco danno troppo e forse non è apprezzato nel giusto modo. Già alcuni concessionari vendono la Trail a 6700 euro ma probabilmente anche la Leo farà la stessa fine! Forse bisogna pagare le cose di più per capire veramente il valore che hanno!
  2. 3 points
    Il dente in meno accorcia di più i rapporti (già un pochettino corti) mentre con un dente in più fai l'opposto, ossia allunghi. Chiaramente per far scegliere ai progettisti di optare per questa rapportatura ci saranno stati su dei ragionamenti (calcoli, test, considerazioni ecc). Detto questo, a parer mio nonostante, la rapportatura è perfetta. Proprio ieri per curiosità ho montato un dente in più e fatto un tragitto che conosco ad occhi chiusi. Morale della favola il risultato è che si toglie quel pizzico di brio che può darti un motoretto così piccolo in una moto così grande. Quando poi ho fatto il secondo tratto che prevedeva il ritorno in autostrada, chiaramente si sente il motore leggermente più rilassato. Però, sempre a mio parere, il dente in più sarebbe giustificato solo nel caso in cui si decide di percorrere km e km di autostrada a velocità da codice per tantissime ore, in quel caso anche la corona andrei a toccare. Risultato ho rimontato il pignone originale ed ho vinto una birra da 66 ad un amico che non credeva che con questa moto si riesce ad impennare tranquillamente (non fatelo a casa!).
  3. 2 points
    vabbè dai, chi ha visto Chris Pfifer sa che si possono impennare anche le K1600GT. Comunque, aggiungendo una nota numerica a quanto detto da Emilio: quando ho studiato i sistemi di trasmissione del moto (nel nostro caso catena, corona e pignone), una cosa ricordo perfettamente, ovvero che il rapporto tra il numero dei denti della corona e il numero dei denti del pignone non deve mai essere un numero intero perchè significa che la catena passerà sempre sugli stessi denti, creando un'usura disuniforme dei componenti e soprattutto vibrazioni (anche se di lieve entità. Nello specifico un rapporto tra corona da 42 e pignone da 14 restituisce un valore pari a 3 (tondo tondo) che sarebbe proprio quello da evitare, ed è strano che lo abbiano scelto. Mentre il rapporto corona 44 e pignone 14 restituisce 3.143..... giustamente non intero. Emilio ha scelto pignone da 15 tenendo corona da 44, ne risulta 2.933333..... direi perfetto e, come ha detto lui, leggerissimamente più lungo dei componenti standard della TRK stradale. Direi che la soluzione della stradale originale sia errata e coloro che, sulla propria stradale, volessero allungare di pochissimo potrebbero scegliere la combinazione 15/44 come ha fatto emilio, altrimenti le varie combinazioni tra numero di denti corona e numero di denti pignone che però non diano un numero intero calcolando appunto il rapporto (questo è scritto anche nei manuali di meccanica delle scuole professionali).
  4. 2 points
    Io personalmente , quando mi ero fatto consegnare la moto, aveva evidente questo fatto, ed è stata una delle prime cose che ho provveduto a regolare. Come ha detto Corrado, la moto diventa immediatamente più reattiva quando acceleri, quell'effetto, che appunto dice essere di on-off , non è altro che l'apparato di trasmissione , catena-corona-pignone che lavora in modo giusto o sbagliato , che per trovare la giusta regolazione , deve essere fatta sul proprio peso. La regolazione che avevo dato io , era direi perfetta , la catena risultava sempre in tensione anche da ferma , avendo effettivamente un gioco di 1,0 cm, che è veramente poco. La differenza che ho notato è stata praticamente come tra il giorno e la notte , visto la reattività e la linearità di andatura in tutte le situazioni di guida. Nei tornanti dove è difficile dosare il gas nelle prime marce, il cambiamento è risultato immediatamente evidente , arrivando con le marce più basse , la moto rispondeva sempre senza più nessun vuoto di trasmissione rendendo la guida esaltante e sicuramente più facile. La regolazione della catena sembra una cosa scontata se non addirittura na stupidata , ma se non viene fatta correttamente a lungo andare può incidere sulla salute della moto che sulla guida del pilota che risulta affaticata da questo fattore, dando anche sensazioni sbagliate e della moto e della tecnica di guida.
  5. 2 points
    questo è un leoncino casanova...
  6. 2 points
    Ehm...io credevo a una roba del genere
  7. 2 points
    Apro questo post sulla sella anche se già ne abbiamo altri, ma questo è solo per un fattore estetico visto che la nostra sicuramente non brilla sotto questo punto di vista, e dopo qualche scambio di mail con alcuni artigiani mi sembra giusto mettere a conoscenza il forum per chi ne fosse interessato. Parto dalla più costosa. In vesione nera, di vera pelle (questa è da esposizione e invecchiata a mano e il prezzo cambia...parecchio) 300€ e per chi non è di roma o dintorni vanno aggiunte le spedizioni, i tempi di lavorazione sono di una settimana e bisogna spedire la propria sella anche se in un prossimo futuro il produttore conta di prendere delle basi originali per modificarle e scambiarle direttamente con l'originale del committente senza costi aggiuntivi ed eliminare così il fermo moto. info@60bros.com Qui invece ho trovato proposte veramente interessanti. Innanzitutto lavorano sulla base della sella originale che hanno loro e spediscono la coperture su misura che si può fare applicare dal proprio tapezziere in un attimo, o da soli risparmiando 30€ del tappezziere. Il modello base è questo, sintetico simil alcantara, colore delle cuciture a scelta, impermeabile e costa spedito 115€ https://www.sellemotoinpelle.it/ inoltre si possono scegliere personalizzazioni che aumentano il prezzo ma non credo che si trovi di meglio a questi prezzi e con questa qualità, specialmente fatta su misura e spedita! Per fare un esempio, io per la mia eventuale avrei scelto, nera, in vera pelle impermeabile con sfumature vintage grigie e i rombi dove l originale ha le righe (l' esempio qui sotto)....prezzo 220€ spedita! ho la scimmia che stà diventando moooolto agressiva!! 😂
  8. 2 points
    Saluti a tutti. La spia tagliando si resetta con una procedura tutta diversa e molto più semplice. Bisogna tener premuto il tasto "select" sul cruscotto e girare la chiave di accensione con il tasto sempre premuto, dopo alcuni secondi la spia gialla del tagliando si spegnerà. Lamps
  9. 2 points
    io le tacche del serbatoio non le guardo neanche... e la spia si accende in relazione all' inclinazione della moto... il sistema di azzerare il tachimetro è il migliore, tipo oggi, sono partito e sapevo che dove dovevo andare non avrei trovato un distributore per un centinaio di km, mi segnava 148 km dall' ultimo, quindi ho fatto il pieno...
  10. 2 points
    ciao a tutti sono un nuovo possessore della trail vi ho letto a lungo prima dell'acquisto e al fine mi sono deciso provengo da un monster 600 a carburatori del 95( incidentato a settembre ) la cui guida e risposta era totalmente diversa dall'attuale la guido da due giorni e comincio ad abituarmi alla rapportatura una cosa ha in comune col monster E' BELLISSIMA
  11. 2 points
    ...aprire la frizione......perdona le risate Marines, ma io non riesco nemmeno a tirare su la moto sul cavalletto posteriore, figuriamoci altro... Salutissimi - il masso
  12. 2 points
    controlla che sotto la sella ci sia il kit di attrezzi..completo... accendi i fari e controlla che quello dietro non abbia macchie di colla all' interno.. guarda se l' olio è almeno a meta' dell' indicatore.... un' occhiata a eventuali viti allentate,( nel mio caso quella del pedale cambio e una del serbatoio) e tensione catena.. fa controllare la pressione gomme... questo è quello che ho trovato da sistemare io, nulla di grave...
  13. 2 points
    Buongiorno a tutti, ritirata ieri mattina la Leo, ieri pomeriggio fatto un piccolo giro di prova, per chi conosce la zona, il tratto Calafuria - Castellaccio- Montenero (zona Livorno), prima impressione? Ma quanto ca..o Scalpita questa Leo! Bellissima, il sound mi piace tantissimo, considerando che erano circa 20 anni che non montavo più su una moto (avevo un Gpz600R), il feeling è stato subito fantastico. Ps: stamattina alle 6.45 ero di nuovo in giro, non stavo nella pelle! Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  14. 2 points
    mah guardate, tra le altre cose mi sono occupato anche di simulazione di combustione con programmi specifici e vi assicuro che le benzine ad elevato numero di ottano si apprezzano solo su motori che le possono sfruttare (in particolare i motori turbo molto spinti, dove il rischio di detonazione è elevato). Ma soprattutto si apprezzano su motori che hanno sistemi di controllo motore in grado di adattare dinamicamente l'anticipo di accensione per sfruttare al massimo le prestazioni di una benzina, ma vi assicuro che questi sistemi è già difficile trovarli su moto di fascia media, figuriamoci su moto da 6000€ nuove (senza offesa ovviamente, anche perchè, tanto per rendere l'idea, un sensore di pressione da laboratori da mettere nella camera di combustione costa qualcosa come 15.000-20.000€). Comunque come preferisci per la 100 ottani. Anche a livello di pulizia rimane meglio un prodotto specifico utilizzato occasionalmente piuttosto che spendere per quella benzina che, dicendo tutto, è più il tempo che passa nei serbatoi del benzinaio che nei serbatoi dei veicoli e quindi invecchia pure, ottenendo probabilmente l'effetto contrario.
  15. 1 point
    Anche per me Piemonte e Liguria, per il masso ed Emilio possiamo incontrarci nella mia zona 😉
  16. 1 point
    confermo...nella sua "irregolarità" è regolare 😂 ci siamo abituati, e quando lo si conosce ci si può fidare ! confermo anche io i 300km di autonomia anche se riempio sempre a 250...guida in citta, manina più pesante...non si sa mai, poi dico la verità sentire la musica che emette sui 5000 giri è bellissimo, è un concerto tra aspirazione e scarico 😂 e vale la pena consumare un pò di benzina in più per farlo cantare..sempre! 😂😂
  17. 1 point
    ;-)) Cacchio! Davvero!! Sai che figata!! Ormai sono solo ricordi... ho corso 6 stagioni, dal 2005 al 2010 compresi. Bei tempi!!!!! Aspe che se riesco ti giro una chicca di Sky (ho partecipato e poi collaborato con Sfida da Bar di Sky per un po', ora ho meno tempo per farlo)... cerco il link al video e te lo giro
  18. 1 point
    se hai allungato i rapporti sicuramente consuma meno. il miglioramento lo si percepisce quanta più strada, soprattutto se a velocità costante, si percorre fuori città
  19. 1 point
    Ciao Dsesmo, mi allineo con quanto già detto da Marines89 e ZZZZ1975. Le modifiche di questo tipo è bene farle intanto solo se si è consapevoli di cosa si stia facendo e se si ha esperienza in campo, inoltre sono modifiche che si fanno di qualche mm, non di qualche cm. Quando gareggiavo andavamo a modificare le geometrie della moto di pochi mm, proprio perché portando il mezzo al limite, ogni minimo cambiamento di ciclistica va ad incidere in maniera sensibile sul comportamento del mezzo. Ed è sempre consigliabile effettuare modifiche di singoli parametri alla volta proprio per potersi rendere effettivamente conto di quale comportamento avrà la moto con quella specifica modifica. (ti parlo di competizioni, ma il discorso vale anche su strada, chiaramente in maniera meno esasperata). Il discorso di andare ad agire con spessori sulle molle delle forcelle in realtà per come la vedo io va ad irrigidire la molla (se ho capito di che modifica si parla, è come un precarico pari allo spessore inserito) e ridurre la corsa effettiva dell'avantreno, e pertanto avrai per certi versi l'esatto opposto risultato, ovvero un avantreno più "sostenuto", quindi anche probabilmente più alto in ordine di marcia (nel post hai scritto di volere un anteriore più aggressivo, quindi in teoria dovresti infilare le forcelle abbassando il muso della moto, non sfilarle alzando il muso... per intenderci dovresti "abbassare" le piastre facendole scivolare sulle forcelle ). Io ho una TRK 502 X ed avvertivo una impostazione di guida un po' "seduta", ho infilato le forcelle prima di 3mm, poi son passato a circa 6 mm ed ho precaricato leggermente il monoammortizzatore per sorreggere un po' di più il fondoschiena della TRK. Con queste modifiche sulla TRK ora mi trovo meglio avendo un anteriore più aggressivo (come dicevi tu per la Leoncino) in ingresso curva, ma già con queste piccole modifiche avverto l'anteriore che morde molto di più la curva, e tende rispetto a prima a chiudere anche di più... andassi oltre probabilmente rischierei più facilmente come ha scritto Marines89 il chiudersi dello sterzo. Quindi tornando all'inizio, occhio alle misure delle modifiche ;-) Chiudo ribadendo che le moto escono in linea di massima ben equilibrate dalle aziende costruttrici, e non è detto che nell'uso quotidiano in strada si possano avvertire cosi tanto certe modifiche, proprio perché in teoria in strada dovremmo passeggiare e non correre :-)) quindi valutare sempre bene se vale la pena fare modifiche importanti, e soprattutto segnarsi sempre il punto da cui si è partiti, cosi da poter ritornare alle regolazioni iniziali dovessero rivelarsi non soddisfacenti le modifiche apportate. E dopo questo mio pippone chilometrico... buona strada a tutti!!!! ;-))) Siete pronti ai due mega ponti per macinare chilometri? :-))
  20. 1 point
    beh, è giustissimo quello che dice zzzz1975, le moto per come escono di fabbrica sono già frutto di compromessi studiati a tavolino. Poi attenzione, usiamo due pesi e due misure, Benelli è Benelli, BMW è BMW e Honda è Honda. Abbiamo già visto che alcune delle recenti Leoncino e TRK hanno qualche pecca di fabbricazione, pecche che è difficile trovare in una Honda o in una BMW. In ogni caso, per lo "sfilamento" delle forcelle, più che il baricentro (che si posta di pochissimi millimetri e quindi influisce poco) è più che altro l'avancorsa della ruota anteriore che cambia, riducendosi e ottenendo quindi una moto più reattiva nei cambi di direzione e più "carica" sulla ruota anteriore. Lo stesso effetto si può ottenere anche alzando il posteriore ma questo cambia anche l'altezza della moto (e si parla sempre di mm) e altri parametri che dipendono da come si è proceduto per alzare il posteriore. Inserire uno spessore sulle molle anteriori cambia anch'esso l'altezza delle forcelle anteriori, in pratica avendo delle molle più precaricate la moto resterà più "alta, ma questo, di fatto, cambia anche tutto il funzionamento della forcella anteriore che lavorerà diversamente anche con l'idraulica di smorzamento. Perciò con questa soluzione si hanno troppi effetti e risulterà difficile individuare il responsabile del diverso comportamento della moto.
  21. 1 point
    Si certo....ma per come la vedo io non serve a nulla....a meno che uno nn sia un pilota o un preparatore professionista....nn credo che noi utilizziamo la moto al 110% delle sue possibilità . Facendo un intervento del genere vai a toccare degli equilibri “medi” per piloti “medi” studiati in fabbrica. Spostando quell’equilibrio magari rimani all’interno di quel buffer di sicurezza previsto ma devi sapere bene quello che stai facendo...
  22. 1 point
    Provo a spiegarmi anche se nn è facile..... se la catena è lasca in fase di rilascio l’inerzia della corona-ruota è maggiore del pignone quindi va a “lasciarsi” anche la parte superiore della catena ....poi dando gas quel “ritardo”per ritendere la catena fa si che venga percepito come on- off.... Almeno credo ... quindi più è lasca più si accentua il problema....poi ovviamente c’è anche da considerare il gioco acceleratore e di come è progettato il motore...ma qui si apre un altro capitolo
  23. 1 point
    esattamente. @sindachino: anche io ho saputo di uno che è andato a caponord col SI e sono cose che farei pure io. Ho un caro amico di modena, mio coetaneo e presidente del club locale delle lambrette, che ha già fatto caponord (tutto su ruote, per un totale di oltre 10.000km) e ogni anno fa l'elefantentreffen, senza fare autostrada, facendo il vecchio brennero (che a gennaio è innevato). Parte alle 5 del mattino e arriva al tardo pomeriggio/sera, ma cosa c'è di meglio per godersi appieno il viaggio se non farlo "con calma" gustandosi ogni metro di strada. Già dicevo nel mio report dell'agnellotreffen di quest'anno che lì si conosce il motociclista "vero", quello che cavalca qualunque cosa abbia ruote (non solo 2 ma anche 3, e non sono rari i casi di 2 ruote con sci ai lati), che guida in ogni condizione meteo pur di guidare e di raggiungere la sua meta, che di fronte ad eventuali problemi si sdraia a terra e si impasta le mani di olio e grasso pur di ripartire, che la spinge fino a svenire se rimane senza benzina, non gli importa se la sua moto ha 20 o 200cv, 2 o 4t, se è una sportiva o una super enduro, se ha le tassellate o le slick, se ha 30 anni o è fresca di concessionario. Quello che gli importa è stare in sella, guidare, passare il tempo a farsi venire i dolori al deretano pur di godersi la moto, da solo, col passeggero, in piccoli o grandi gruppi, l'importante è calcare la strada e far girare il motore, guardando con gli occhi, percependo con la pelle e sentendo con le orecchie l'ambiente circostante, dentro a queste cose, secondo me, c'è l'essenza del guidare una moto.
  24. 1 point
    Si, fondamentalmente la moto ti deve emozionare ed al di la dei cavalli che possiede il suo motore credo che se ne hai piacere potresti arrivare a caponord anche con 40 cavalli, ho conosciuto un folle che ci è andato con il Si Piaggio; io non ero insoddisfatto della Leoncino ma ho sentito il bisogno di tornare indietro per esigenze di spazio e credo di aver fatto bene semplicemente per la smania che ho di poter salire in sella alla Trk e inoltre poter girare senza la zavorrina che si lamenta nelle mie orecchie 😂 ( non che la ascoltassi molto con il casco integrale ma la immaginavo li dietro a lamentarsi per il dolore al sederino)
  25. 1 point
  26. 1 point
    Ho regolato il gioco seguendo la procedura del manuale, ho messo la moto sul cavalletto alza moto in modo tale che il peso di essa gravasse sul forcellone, come si può vedere dalle foto il lasco iniziale andava da 10.5 a 5 cm quindi 5,5 cm di gioco, un po troppi. Ho regolato seguendo le indicazioni allentando prima il dado dell'asse della ruota, ho agito simmetricamente sui registri di entrambi i lati fino a portarmi a una quota più in tolleranza, poi ho stretto tutto facendo attenzione alla stessa simmetria della ruota posteriore servendomi di un calibro e ho stretto tutto con la dinamometrica. Ora il gioco è solo di 2 cm ma va bene così.
  27. 1 point
    guarda, nel 2012 quando ho allestito la mia TreK con le valigie laterali rigide ho speso 110€ per il telaietto e 300€ per le due TREKKER da 33lt, tutto nuovo, quindi con la stessa cifra mi sono fatto le due valigie laterali (ovviamente il montaggio me lo sono fatto io, basta seguire le istruzioni). Ovvio, sono riuscito a trovarle ad ottimo prezzo, ma è giusto per darti un confronto
  28. 1 point
    mah guarda, sono d'accordo col biondo anche se, fortunatamente, il mercato offre soluzioni per tutte le necessità. Il mio consiglio è magari optare per una borsa da sella (specifica da sella o, magari più capiente, rullo, ovviamente impermeabili) da mettere sulla sella del passeggero e legandola con lacci da bagagli. E' secondo me la soluzione che da meno fastidio nella guida. Le borse laterali morbide, anche se non sembra, necessitano anch'esse di staffe che servono solamente ad impedire che oscillino troppo nella guida, quindi il costo delle staffe è quasi da mettere in conto se non adotti la soluzione sulla sella passeggero. Inoltre la tua TRK X ha la marmitta alta (secondo me follia è stata cambiare la posizione della marmitta rispetto alla "normale") quindi le borse morbide potrebbero soffrirne se non metti le staffe distanziatrici. Fai un salto sul sito GIVI e troverai quello che ti serve.
  29. 1 point
    Carissimo tank...anche ti vorrei invitare a riflettere bene prima di scegliere. Ti sembrerà assurdo ma prendere le valige rigide è più economico oltre che vantaggioso. Un buon bauletto con staffe e piastra potresti spendere meno di 200 euro con la tranquillità che se dovessi cambiare moto puoi riutilizzare il bauletto sostituendo solo le staffe (70/80€), inoltre un bauletto è molto più rivendibile delle borse morbide. Tralasciando il discorso sicurezza, praticità ti assicuro che per quanto siano buone e fissate a dovere alla moto le valige morbide di faranno sentire molto durante la guida. Comunque questa è la mia opinione, se avessi bisogno di prezzi su entrambe le soluzioni contattami in privato. Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  30. 1 point
    guarda, visto che lo scarico è a destra la valigia più piccola verrà montata a destra, mentre quella più grande a sinistra. Io posseggo le TREKKER da 33lt sulla mia TreK e ci ho sempre fatto stare tutto quello che mi serve per fare viaggi anche impegnativi, dipende ovviamente anche da te e dalla tua capacità di portarti via l'indispensabile. Siccome la moto ha lo scarico a destra sarà sconsigliato montare due valigie identiche perchè si rischia che quella dal lato scarico sporga troppo rispetto a quella dell'altro lato, per questo le fanno di volumi diversi.
  31. 1 point
    Vado a un raduno di moto, parcheggio il leoncino, e si avvicinano subito dei biker incuriositi.... uno mi chiede se puo' farmi una domanda.. ok... " come va, vorrei prenderla anche io, ma sono diffidente perchè è cinese.." al quel punto gli rispondo : " magari lei ha in tasca un cellulare huawei , che adesso vanno tanto di moda , ma non si fa problemi del fatto che è cinese..." a volte la gente è strana , pensa che i cinesi sanno fare bene solo i cellulari e non le moto, in cina come in italia le cose si possono fare sia bene che male , dipende dalla politica del costruttore....
  32. 1 point
    beh, come già detto da tutti hai dato una risposta corretta. E non serve citare il recente Huawei, ma anche il più blasonato IPhone. In cina si fanno componenti elettronici dei computer (di tutti i computer) da decenni, così come tantissime altre cose. E' nell'immaginario comune che ormai giri qualcosa e sul retro c'è scritto "MADE IN CHINA" e continuiamo a stupirci, anzi ci stupiamo se una moto viene fatta (almeno i componenti) in cina? Non siete voi che avete comprato una moto "cinese" ad essere strani, è chi non ha visione d'insieme e non accetta la globalizzazione e il decentramento della produzione.
  33. 1 point
    Un conto è giudicare una cosa possedendola un conto è sparare giudizi a vanvera perché prevenuti solo perché made in.... Purtroppo in questo caso certi motociclistici che si credono di essere veri esperti, sparlano delle Benelli perché credono che solo loro hanno la moto migliore e possono permettersi di giudicare (in negativo) senza manco esserci saliti su
  34. 1 point
    come tutte le moto direi, anche il mio vecchio Sportcity 200 ai semafori ad agosto aveva la ventola accesa.
  35. 1 point
    Anche io ho sostituito gli specchi originali con i bar end, oltre che per un fattore estetico, soprattutto perché con gli originali vedevo solo le mie spalle ed avambracci. Con i bar end finalmente riesco anche a vedere quello che arriva da dietro in caso di cambio corsie/sorpassi. Per quanto riguarda le vibrazioni sono molto inferiori a quelle ruscontrate sugli specchi originali. Inviato dal mio EVA-L09 utilizzando Tapatalk
  36. 1 point
    Cavolo mi spiace per gli accaduti, ma fossi in te invece della Leoncino prenderei una bella Ninja H2 😂
  37. 1 point
    Poi son gusti personali ovviamente, ma non cambierei MAI una Trail, sempre parlando di questa che secondo me può far tutto quello che fà una Trk e anche meglio, neanche alla pari 😉 ...piuttosto cercherei di dare "indietro" la zavorrina 😂😂😂 ..per una anche "usata", con pochi "km", magari più "piccolina" e piu "leggera"...ne hanno "fatte" tante si trovano "usate" 😂😂😂 Appunto! 😂😂😂
  38. 1 point
    Si avevo rimesso le originali...io avevo quelle corte ,ma non riuscivo proprio a farci l'occhio, le avevo cambiate per avere la regolazione alla frizione perche come tutti quelli che non hanno mani grandi quella distanza della leva era scomoda anche se ora mi sto convincendo che la colpa non è solo della distanza ma anche dell'inclinazione del manubrio, ma questo è un altro discorso. Purtroppo non posso escludere che la rottura precoce del cavo sia stata anche colpa della leva o del registro , ho cambiato anche quello e il cavo si è rotto proprio lì... che dire, la sede per la testa del cavo nella leva era perfetta, ho controllato quando le ho montate....il registro idem ed essendo anche in alluminio (l'originale è in acciaio) in caso di sfregamenti anomali del cavo tenderebbe a consumarsi lui anzi che il cavo..devo anche dire che durante il montaggio avevo notato (impossibile non farlo, mi si era conficcato in un dito) che il cavo presentava un "peletto" rotto...uno, solo uno e per questo non gli ho dato tanta importanza, alla luce dei fatti quel piccolo difetto poteva essere un segno di un difetto di fabbricazione. Alla fine non vale neanche spendere così tante parole, in fondo è solo un cavo frizione, ma si fa per chiacchierare 😉 sono comunque anche io del parere che più modifiche si fanno, anche se apparentemente piccole e insignificanti potrebbero portare problemi..le parti originali , se, e ripeto se ingegnerizzate come si deve sono certamente migliori, almeno dal punto di vista funzionale.
  39. 1 point
    Anche per me è fantastica...per come la uso io.... in sesta riprende bene anche alle basse andature... anche a me si era spenta un paio di volte ma poi più nulla... vedrai che la cosa sparirà . come ho scritto da altre parti secondo me manca una 7^ per farla girare un po’ meno ad andature autostradali...ma questa abbiamo e ce la teniamo....
  40. 1 point
    Anch'io!😉.. sulle mie Scott manubrio Ritchey wcs e via qualche cm con la tagliatubi.. Ci passavo tante ore per sterrati quante sul cavalletto a personalizzarla e metterla a punto.. Ciclisti e motociclisti.. Se non personalizziamo non stiamo bene 😂 No... Nessuna complicazione, non mi è servita neanche l aria compressa ne a toglierle ne per metterle, comunque è una foto vecchia, ho rimesso le originali.. Troppo cicciotte quelle a rombi, comode si.. Ma mi danno più feeling le originali e le ho rimesse.. Ma ci devo sempre batter di naso, speriamo non succeda anche col manubrio, ma non credo😁
  41. 1 point
    beh, sara' solo la mia, ma il cambio lo trovo parecchio duro e poco preciso specie a bassa velocita'.... mi è capitato di sfollare passando da prima a seconda, e di faticare a trovare il folle da ferma.. per quanto riguarda l' acceleratore invece, è perfettamente regolabile io il gioco l' ho eliminato tutto
  42. 1 point
    Mi preoccuperei di più del funzionamento piuttosto che dell'estetica.
  43. 1 point
    Vero Sindachino...Honda cb500f ..6290€...ma vogliamo dicutere dello scarico da scooter? da spenta, da accesa non voglio neanche parlare del sound... vogliamo dicutere dell'impianto frenante? vogliamo dicutere delle forcelle da...vabbè lasciamo perdere queste cose alla fine contano poco (!?) 😉 ..discutiamo allora del design e dello stile? ..uno dozzinale e l'altro unico? lasciamo perdere anche questo, alla fine sono gusti 😉 Parliamo del prezzo e della qualità? ok costano poco tutte e due "ma una è una HONDA con tutto ciò che ne consegue sopratutto nell'assistenza ai problemi e all'affidabilità" lo sento dire di continuo... puo anche essere, ma non mi stancherò mai di ripetere primo che la serità del conce gioca un ruolo molto importante sull'assistenza, di qualunque marchio esso sia, secondo, ma non per importanza che questa Honda cb500f con le sue sorelle maggiori condivide il logo sul sebatoio e poco, per non dire nient' altro..e se una casa madre, anche se si chiama Honda, vende un prodotto a basso costo per farlo da qualche parte deve risparmiare e questo si traduce in qualità generale inferiore e quindi maggiori possibilità di problemi, credere che il solo logo sul serbatoio possa sopperire a questo è quantomeno ingenuo... Magari sbaglio, ma io la penso così 😉
  44. 1 point
    Se vi può essere di aiuto anche a me strappava pochissimo...cambiato olio e regolata un po’ e lo strappo è praticamente sparito...
  45. 1 point
    devi avvitare il registro, ovvero fare in modo di avvicinare la leva al manubrio
  46. 1 point
    👍👍💪🏻💪🏻Tanti bei KM!!!!!!!!
  47. 1 point
    Capisco l’utilità..capisco che alle volte bisogna scendere a compromessi... che alle volte non ne puoi fare a meno ma non venite a dirmi che sia bello esteticamente. Poi alto così, anche se vuoto (figuriamoci con 5kg di roba dentro) è come se uno portasse sempre il passeggero dietro.
  48. 1 point
  49. 1 point
    A me è sempre sembrata una cosa fastidiosa che lavando la moto l' acqua del getto potesse entrare nel tubo di scarico... per questo ho sempre messo una specie di "tappo" al momento del lavaggio.. ecco, ho appena preparati quelli per il leoncino....
  50. 1 point
    Oggi mi è arrivata la mia sella sostituita in garanzia, questa è decisamete migliore, più "gonfia" e più tirata 😉 ma oggi mi è arrivata anche l'email di una ditta a cui avevo scritto per info e vedendo quella mi è calato l'entusiasmo per la mia Ragazzi è veramente bella, di qualità e quest'ultima si paga..ma che prezzi! Tra gli optional, ovviamente con sovraprezzo ci manca il massaggio prostatico, per gli uomini ,e per le donne...vabbe, lasciamo stare le donne 😉 e poi ha tutto!
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...