Jump to content
Notizie
  • Se questo sito ti piace o ti è stato utile, sostienilo con una donazione. grazie

Leaderboard

  1. CorradoB

    CorradoB

    Supporter


    • Points

      25

    • Content Count

      1,168


  2. Marines89

    Marines89

    Supporter


    • Points

      18

    • Content Count

      6,825


  3. gilly

    gilly

    Membri


    • Points

      10

    • Content Count

      367


  4. faustinik

    faustinik

    Membri


    • Points

      7

    • Content Count

      52



Popular Content

Showing content with the highest reputation since 05/16/2019 in all areas

  1. 3 points
    Un felino nel bosco! ...Iera, piccolissimo paesino di montagna sopra a Bagnone (MS) Dopo tante curve su strada di montagna si fà un po di sterrato di fianco al torrente e si arriva ad una cascatella e ad un ingrossamento del torrente tale da consentire il tuffo anche da una certa altezza. Luogo poco conosciuto e poco frequentato...e proprio per questo, sole, castagni, acqua limpida e gelata e tanta pace! 😉
  2. 2 points
    Lo farà telescopico😂😉😉😉
  3. 2 points
    INFINE IL SUCCO DI TUTTO : Sostituendo solo terminale e decat questi devono essere sostituiti quindi con terminali e parti omologate e catalizzati CON RELATIVA STAMPIGLIATURA SUL PRODOTTO e accompagnati da foglio di omologazione, non occorre cambiare il libretto.OGNI PARTE IN SOSTITUZIONE DEVE ESSERE OMOLOGATA PER LA CIRCOLAZIONE STRADALE DAL PRODUTTORE. La domanda più comune è: devo prenderlo con il catalizzatore ? 1)Se il catalizzatore originale è contenuto nel silenziatore o raccordo originale la risposta è “SI” 2)Nel caso il catalizzatore originale non sia rimosso non è necessario acquistare uno scarico catalizzato. Se si acquista uno scarico catalizzato oltre ad avere omologazione per i DB e che rispecchia le direttive CAP 9 si avrà anche omologazione per i GAS che rispecchia direttive CAP 5 Quindi si è in REGOLA solo quando si rispecchiano tali requisiti del punto 1 o 2. Il numero posto dopo la E non è un numero fisso, ma indica lo stato dove è stata eseguita l’omologazione IN TUTTI QUESTI CASI NON E’ MAI NECESSARIO SOTTOPORRE LA MOTO ALLA REVISIONE PER TRASCRIVERE IL SILENZIATORE SUL LIBRETTO, in quanto viene montato in “SOSTITUZIONE DELL’IMPIANTO ORIGINALE” Queste info sulle omologazioni scarichi moto sono le regole basilari per la circolazione su strada nel territorio Europeo gli scarichi debbono essere omologati sia per il limite di emissione sonoro (codice 9) sia per i limiti di emissione inquinanti (codice 5).
  4. 2 points
    Gli scarichi in regola, oltre ad avere la documentazione di omologazione, devono riportare stampigliati sul corpo i codici ufficiali: ci deve essere una lettera “e” seguita dai numeri 5 o 9 che identificano i silenziatori con catalizzatore integrato o meno. - La circolare ministeriale DCIVB/03 del 24/11/1997 afferma con chiarezza che sostituire lo scarico con uno omologato non può considerarsi una modifica perché non è una “vera e propria alterazione delle caratteristiche fisiche e meccaniche dell’intero sistema di scarico”, quindi non è necessario riportare a libretto la sostituzione. Le marcature sopra descritte devono essere punzonate sul corpo dei dispositivi o sugli elementi degli stessi. Per facilitare l’individuazione dei silenziatori originali, nel corso degli accertamenti su strada, si fa presente che questi riportano il marchio del fabbricante del veicolo ovvero un logo dello stesso oltre ad un codice alfanumerico. Per contro un silenziatore di sostituzione omologato riporta, oltre al marchio del fabbricante del dispositivo o un logo dello stesso, anche un marchio internazionale di omologazione L’azione di “modifica” citata nell' articolo 78, si configura evidentemente quale circostanza diversa dalla sostituzione del silenziatore originale con uno dello stesso tipo ovvero con uno di tipo omologato, come già descritto in premessa, ma riguarda la vera e propria alterazione delle caratteristiche fisiche e meccaniche dell’intero sistema di scarico. Tale ultima circostanza è l’unica per la quale si rende necessaria visita e prova presso gli Uffici della M.C.T.C.
  5. 2 points
    e quindi considerato che anche la Leoncino ha consumi più che accettabili ne consegue che anche col cambio hanno fatto un ottimo lavoro.. al di là delle opinioni di quelli che si fermano in quinta e pretendono, che come in un videogame, schiacciando tre volte e mezzo entri la folle! 😉 😂
  6. 2 points
    caro Maverick, il codice della strada punisce qualunque tipo di "manomissione" effettuata sui veicoli che ne alterino le caratteristiche originali. Caratteristiche che possono essere sia prestazionali (aumentare la potenza, la sezione delle gomme o cose simili) o anche di funzionamento (appunto il catalizzatore è un buon esempio). Il catalizzatore nello specifico serve a catalizzare le reazioni chimiche di ossidazione dell'eventuale carburante incombusto in camera di combustione (ma non solo questo) per ottenere dei gas di scarico relativamente puliti e comunque entro i limiti della normativa di inquinamento per la quale il motore è stato omologato. In parole povere i veicoli, per il cds, devono essere completamente originali, e se vengono sostituiti dei pezzi di particolare importanza è d'obbligo effettuare visita di collaudo per verificare la conformità delle modifiche. Purtroppo è ancora una legislazione molto lacunaria su alcune cose, ma molto specifica su altre,, sta comunque di fatto che rimuovere il catalizzatore è una delle cose particolarmente vietate. Poi, come già se ne discuteva con altro utente proprio di questa cosa, liberissimi di fare come meglio credete, io ci tengo solo ad informare cosicchè ne siate consapevoli (giusto per correttezza di conoscenza) e che le modifiche vengano fatte bene (giusto per correttezza di modifica visto che ne so un po di queste cose).
  7. 2 points
    aggiornamento - solito percorso casa lavoro urbano suburbano (breve tratto di tangenziale), solito benzinaio, pieno da pieno 10,3 litri per 256km --> 24,85km/litro .... meglio, decisamente meglio dell'ultimo mio rilevamento a questo punto devo aver sbagliato qualcosa io la volta scorsa ... questi vecchi piloti che ormai ci quagliano poco dovrebbero guidare e basta Salutissimi - il masso
  8. 2 points
    Premesso che per il cds qualunque cosa non sia espressamente specificato dal costruttore del veicolo o conforme ad esso è una modifica passabile di sospensione del libretto con reinstallazione di componenti conformi e revisione straordinaria. Io non sono certo qui a predicare bene e razzolare male, non sarò certo io a scagliare la prima pietra perchè conosco i miei peccati a riguardo, il mio punto è di informarsi di quello che si può e non si può fare. Le modifiche che ho fatto e i componenti con i quali ho circolato sono sempre stati verificabili e a norma del cds. Ho avuto lo scarico "sportivo" ma ho sempre circolato con i dbkiller installati, il foglio di omologazione e la stampigliatura su di esso. Il catalizzatore è lì, bello sereno da 82.000km e fa ancora il suo onesto lavoro. Ho anche il portatarga in alluminio sulla mia TreK, ma non ho la necessità di tenerlo orizzontale per qualche ingegneristico motivo e quindi ha la sua bella inclinazione di meno di 30° rispetto alla verticale ed è pure dotato del catadiottro. Possono quindi misurarlo in tutti i modi e risulterà conforme (oltre comunque ad essere accessorio orginale). E via discorrendo col resto. Ti assicuro che non solo i motociclisti della costiera amalfitana modificano i mezzi, ho vissuto in brianza per la maggior parte della mia vita e in particolare di fianco all'autodromo di monza, si capisce ad orecchio chi ha uno scarico originale e chi no, non siete gli unici. E appunto come dice anche HerrDoktor, che la follia di cui sono consapevoli in molti che più fa rumore più il veicolo và, è solo una leggenda perchè lo dimostrano i veicoli elettrici, fanno pochissimo rumore ed è un dato di fatto che vadano di più di un motore termico. Parli di svuotare il terminale? Comodo, è risaputo, così fa più rumore ma rimane il corpo esterno e a prima vista sembra il terminale di serie, ma se ti capita la pattuglia col fonometro (e ce ne sono in giro) lo verificano che qualcosa non va. A sto punto meglio sfruttare il cds a proprio vantaggio visto che ammette la sostituzione del terminale originale con uno omologato di pari caratteristiche (che abbia il codice di omologazione stampigliato sul corpo e il foglio di omologazione a corredo) comprandone uno aftermarket, circolando coi dbkiller e in questo caso non possono dirti nulla. Se si è informati bene sulle regole si sa anche quanto si può fare, e i limiti bisogna accettarli perchè derivano da quieto vivere civile (sapessi quanto avrei voluto far esplodere chi, quando mi sono trovato svariate volte in ospedale, abusava del clacson, per motivi diversi dall'uso in cui è concesso, di fronte all'edificio pur essendoci la regola del cds che ne vieta l'uso, e' questo è solo un esempio). Fatto questo il resto è una questione personale di spesa e gusti, sui quali nessuno potrà dirti nulla. Non dobbiamo per forza andare d'accordo: tu sostieni che facendo modifiche, alcune oggettivamente illegali, si vive sereni e felici, io sostengo che anche non toccando nulla (o entro i limiti consentiti) rispettando il cds si vive allo stesso modo sereni e felici.
  9. 2 points
  10. 1 point
    Salve ho riscontrato un particolare problema. Quando parcheggio la moto sotto il Sole alla partenza ai bassi reggini la moto pare scarburata mi tentenna cioe non va, devo x forza spalancare l'accelleratore x normalizzare la moto. Qualcuno mi sa dire qualcosa in proposito.Ho preso appun. Al conc.
  11. 1 point
    Mah ci sta. Stando sotto al sole I sensori di temperatura rilevano una temperatura che non è effettivamente quella dell'aria aspirata ma è quella dovuta al surriscaldamento per la luce solare. Di conseguenza finché non si fa qualche km per far raffreddare tutto e la centralina esegue le correzioni dovute può essere che la carburazione un po magra dia qualche effetto strano di erogazione.
  12. 1 point
    Piccolo aggiornamento ....ora si inizia nuovamente a fare vari passi montani anche di notte ..... sempre più soddisfatto dei soldi spesi per il faretto....la prima foto è con posizione+abbagliane, la seconda anche con il faretto...senza sarei in seria difficoltà ....
  13. 1 point
    questa mattina giro manghen- val di fassa- passo rolle ......e vedo un po' dappertutto i segni di quello che ha fatto quella mezza giornata di maltempo di quest' autunno chiamata " vaia" sui boschi del bellunese e parte del trentino..... le foto non rendono l' idea , è davvero impressionante vedere tutte quelle piante a terra, soprattutto per un ex falegname come me....
  14. 1 point
    Qui si può condividere tt le lavorazioni sulla trk , oggi a 3600 km seconda pulizia della catena ma questa volta ho tolto anche il coperchio dove ce il cambio , approposito di cambio ho abbassato la leva di due tacche perchè prima per mettere le marce alte alzavo troppo il piede per i miei gusti , ora molto meglio .
  15. 1 point
    Valuta anche eventuali future regolazioni del lasco della catena, può sembrare una sciocchezza ma col tempo potresti avere anche 1 cm di arretramento della ruota
  16. 1 point
    Finalmente anch'io sono riuscito a ritagliarmi un paio d'ore da dedicare alle mie due passioni, la Leo e... Saltato il mini raduno con gli amici benellisti abruzzesi, mi sono fatto un piccolo giretto (140km circa) al Museo Storico dell'Aeronautica Militare di Vigna di Valle, sul Lago di Bracciano, a nord di Roma. Si tratta di un ex idroscalo risalente all'epoca d'oro della nostra Arma Azzurra. Inviato dal mio EVA-L09 utilizzando Tapatalk
  17. 1 point
    un salto sul Monte Grappa ..... p.s. anche la standard è adatta al "fuoristrada leggero ".......
  18. 1 point
    Premesso che i gusti sono personali, ma io trovo questo kit a dir poco orrendo. Sgraziano completamente la linea della moto, ma possibile che debbano fare degli accessori che sono un pugno in un occhio?! IMHO
  19. 1 point
    proprio ieri al semaforo mi si è affiancato un "vecchio" monster (con Termignoni montati) che avevo sorpassato poco prima...il proprietario che mi era stato dietro per un pò, non riusciva a credere che fosse tutto originale..e non smetteva di farmi i complimenti, per la moto e soprattutto per il sound! ...e tanti complimenti fatti da un Ducatista la dicono lunga...😉
  20. 1 point
    il bicilindrico della leoncino è fasato a 360°, questo caratterizza il suo bellissimo sound (cosa che lo accomuna al tmax e alla GS 1200 se ascoltati bene, sempre in testa alle classifiche vendite, coincidenza su questo aspetto? qualcosa mi dice di no). I bicilindrici paralleli di cilindrate più alte, per via della maggior necessità di equilibratura, sono fasati a 270° e questo li avvicina più al sound di un bicilindrico a V di 90° (ducati tanto per intenderci) che ad altro e quindi ha un sound diverso.
  21. 1 point
    allora la sinterizzazione è solo il metodo con il quale viene realizzata la pasticca, il blocchetto di polveri del materiale di attrito che viene "incollato" o depositato sul supporto (la piastrina che poi andrà a contatto coi pistoncini). Il fatto che siano aggressive o meno è una questione dei produttori perchè ogni produttore utilizza miscele di polveri "personali" che studia appositamente per l'acciaio che lo stesso produttore impiega per i dischi (non tutti gli acciai sono uguali e non tutti i produttori di dischi freno usano lo stesso acciaio). Diciamo che idealmente la cosa migliore da fare sarebbe accoppiare le pastiglie di un produttore di freni con i dischi dello stesso produttore. Per quanto riguarda invece l'accoppiamento di pastiglie aftermarket con i dischi originali, visto che non si sa chi è effettivamente il produttore, meglio comunque affidarsi ai marchi noti (brembo, braking, galfer, goldfren e via dicendo). Comunque le famiglie di pastiglie moto si suddividono i tre macro famiglie che sono le organiche, le sinterizzate (nelle varie mescole strada o pista) e le carbo-ceramiche. Le organiche sono le più comuni con prestazioni più che sufficienti per l'uso stradale (anche allegro), offrono prestazioni abbastanza costanti già a freddo e appena scaldate, buone prestazioni da bagnate ma ovviamente le frenate prolungate a pieno carico da alte velocità le mettono in crisi se si scaldano troppo. Le sinterizzate, in base alla mescola quindi non tanto perchè si chiamano sinterizzate, permettono di avere migliori prestazioni rispetto alle organiche un po in tutti i campi di utilizzo, classificandosi in base all'uso: strada, strada/pista e pista. Quello che le differenzia è il coefficiente di attrito in base alla temperatura. Quelle stradali hanno un buon coefficiente già alle basse temperature, che perde alle alte, mentre quelle da pista hanno un alto coefficiente alle alte temperature ma perdono alle base. Infine ci sono le carbo-ceramiche che sono indicate più per un uso pista, anche estremo, con elevati coefficienti di attrito e stabilità alle alte temperature ma pessimo alle basse temperature. Quelle classificate come pista le sconsiglio vivamente perchè il loro coefficiente di attrito alle basse temperature è più basso anche della più scadente pastiglia stradale e tanti che le hanno provate già sanno che a freddo, alle prime frenate si tira dritti. Perciò su strada, visto comunque il prezzo di acquisto ragionevole e la durata che arriva anche ad oltre 30.000km, una buona pastiglia sinterizzata stradale farà ottimamente il suo lavoro. E per l'usura del disco si vede man mano ma consiglio comunque di accoppiare produttore disco con produttore pastiglie.
  22. 1 point
    Se lo diceCorrado mi fido....😂😂😂
  23. 1 point
    Titolo clickbait 😂 perche in realtà voglio parlare di come questo motore quasi NON perda giri salendo di marcia..e non solamente cambiando a limitatore oppure nelle marce basse, ma gia da 3.500\4000 e in tutte le marce, anche se dalla 5° alla 6° sotto ai 4000 qualcosa in più perde... ma nelle altre marce (cambiando velocemente ovvio) non sembra che cali più di 250\500giri..credo che questo sia il motivo della goduriosita di questo motore..parliamo anche dei pregi una volta ogni tanto.😉 Chiedo a chi ne sa più di me da cosa dipenda questa cosa..ho guidato monocilindrici e quattro cilindri che perdevano anche 1000giri tra una marcia e l'altra , in qualsiasi range di cambiata, ovviamente nelle dovute proporzioni, pensavo quindi che fosse una caratteristica delle bicilindriche..fino ad oggi che ho provato una Cb 500 f di un amico, bicilindrica con cv e valori di coppia praticamente uguali al felino anche se a 1000 giri piu alti, solo la coppia, il limitatore è a 8500 anche sulla cb.. e lei li perde circa mille giri salendo di marcia, anche tra la 3° la 4° e la 5° , e neanche commento sotto i 4000...... non voglio fare una recensione della cb500f, ma una parentesi la devo aprire.. sound "piatto" da moto elettrica, qualche vibrazione ma niente di chè, frizione perfetta e cambio preciso e morbido, facilità di guida ma carattere zero tanto da sembrare uno scooter... i tanto decantati 20kg in meno non li ho sentiti ne nel tiro del motore ne nella frenata come mi aspettavo, ma piuttosto in una sensazione di "instabilità" (tra virgolette, non è un trabicolo, sia chiaro) freni dietro come il nostro, solo per correzioni e tenere la moto ferma in salita 😂 davanti....la metà del nostro (e non perchè ha un dico solo😂) sospensioni, anche se vorrei, non le commento perchè non l'ho provata a fondo ma anche se sicuramente più comode del felino non le vedrei bene neanche su un 300cc.. comunque sia è una bella moto e a chi piace il suo "stile".... fa bene a comprarla, è una Jap, è molto affidabile, il mio amico dice che in "ben" 3000km non ha riscontrato grossi problemi, tranne il freno dietro spugnoso, il cavo aceleratore che non rientra benissimo dopo il lavaggio e qualche vibrazione di parti non ben accoppiate che però erano gia state sistemate al primo tagliando è hanno ricominciato a vibrare...ma sono talmente piccoli che anzi che fermare la moto li sistemerà al prossimo tagliando, solo che deve goderseli per altri 9000km ma è contento 😂 Vabbe, tornando in argomento, qualcuno mi spiega questa cosa dei giri che nel felino non calano..sicuramente l'avrete notato anche voi...a questo punto da che dipende? trasmissione? cambio?
  24. 1 point
    guarda di certo la cosa più facile che si può fare è fare un bello spurgo e cambiare le pastiglie (di solito quelle di serie non sono il massimo come prestazioni ma con questo non voglio consigliarti di prendere quelle "racing", con quelle è anche peggio, ma delle buone sinterizzate di marca dovrebbero già farti la differenza). Oltre a questo penso che si possano trovare sia pompe, che disco, che pinza differente. Ricorda comunque che tutto l'impianto frenante, da qualche anno a sta parte, è centralizzato con l'abs quindi un po di feeling si è perso.
  25. 1 point
    Per tornare in tema metto due nuove aggiunte al mio felino 😉
  26. 1 point
    Allora.. di solito TERMINALI come l'Arrow sono omologati e perfettamente in regola con le emissioni se sono montati sul centrale che ha il cat originale....se monti anche i collettori Arrow che nello specico per la Leoncino comprendono anche la parte centrale e senza il cat e quindi sono RACING, per uso non stradale, elimini il cat e l'omologazione e le emissioni del terminale (che comunque rimane omologato) vanno a farsi benedire...e assieme a loro anche il foglio di omologazione del terminale che anche Arrow rilascia... Cosa diversa se il tuo scarico esce dalla Mass completo, e non per essere montato sul centrale col cat originale (dalla foto sembra tutto un pezzo) ...evidentemente al suo interno ha gia un cat e visto che la Mass stessa come si evince dalla documentazione, ha provveduto ad omologarlo secondo le normative del ministero dei trasporti, quindi euro 4 e specificatamente per la Leoncino 500 sei perfettamente in regola! 😉 ps. E5 E9 sono le identificazioni del paese dove è stato omologato...in questo caso Svezia e Spagna...ovviamente valide anche in Italia essendo tutti paesi UE! pps. a questo punto non puoi montare un altro cat a cartuccia per avere più contropressione e coppia piu bassa, non è la mancanza del cat ad averti alzato la coppia ma la progettazione dello scarico stesso più aperto...d'altronde gli scarichi più aperti sono fatti proprio per avere maggior allungo , pena coppia più alta ma il suo lavoro è quello anche se non è nella filosofia di moto come il felino che esprimono il meglio ai medi.
  27. 1 point
    eh purtroppo è il problema della burocrazia in italia. Bisogna stare attenti sia a muoversi in un senso che nell'altro, perchè anche fare tutto per filo e per segno, se vuoi tornare indietro, non si può o ti fanno penare l'inferno (vedi il tuo esempio del GPL). Proprio del discorso GPL se n'è parlato di recente visto che circa 10 anni fà c'è stato il boom di incentivi, e quindi, tutti a comprare auto a GPL. Ora che stanno appunto passando 10 anni e bisogna cambiare il serbatoio GPL ecco che l'infrastruttura (la motorizzazione) va in panico perchè non riesce a gestire tutte le richieste di revisione dopo la sostituzione e questo si traduce in rinvii di mesi costringendo i proprietari a non usare l'auto a gpl ma solo a benzina correndo pure il rischio di essere fermati per assenza di revisione. Sono situazioni paradossali che mi fanno un sacco ridere perchè prima concedono e fanno la legge, poi va tutto nel dimenticatoio, e quando i nodi arrivano al pettine ecco che si strilla perchè tirano i capelli. Troppo divertente. Per questo dico che, per i mal di testa che crea la burocrazia qui (che sono anche più forti di quelli che creano già i normali problemi meccanici), meglio risparmiarsi le aspirine e tenere tutto com'è visto che le moto funzionano, e sono garantite, completamente originali. Poi ribadisco, avessi la possibilità di mantenere altri veicoli sono certo che uno, o più, di questi sarebbe una cosa talmente illegale da non poter nemmeno calcare i circuiti, ma anche questi sono altri discorsi.
  28. 1 point
    Fatto tagliando dei 7000... nessun problema da segnalare all'officina. Cambio olio e filtro olio Cambio filtro aria Cambio filo frizione Lavaggio, ingrassaggio e regolazione catena Controllo e serraggio generale viti e bulloni Spesa 125€ Da segnalare dopo il tagliando: frizione morbidissima, il piccolo strappo in partenza quasi sparito, il cambio morbido e preciso quasi da darmi fastidio 😉 ...miracoli dell'olio nuovo! ..fatti una 50 di km prima di tornare a casa, sarebbero 10 dal conce a casa mia, ma il felino faceva le fusa tra sordi borbottii e sonori scoppietti e non riuscivo a fermarmi 😂 ..fluida e progressiva nella guida, la sicurezza che riesce a infondere la sua ciclistica in ogni situazione, quei due cilindri che nonostante i pochi cv spingono e suonano in maniera così godereccia che altre moto neanche si sognano..che dire, a distanza di quasi un anno e 7000km da quando ci siamo incontrati, la nostra luna di miele non accenna a finire 😍
  29. 1 point
    Salve, qualcuno sa dove trovare un filtro aria sportivo per trk?
  30. 1 point
    Andando avanti con il discorso puramente personale, io ti posso allegare due foto della mia esperienza: prima con bauletto e cover nera, poi con cover bianca. Personalmente preferisco la soluzione in tinta con la moto, ma de gustibus... PS: anche le borse laterali rigide hanno la cover bianca
  31. 1 point
    Scusa cico, Ma forse hai sbagliato dove postare...
  32. 1 point
    Modifiche al MOTORE? ragazzi, ho parlato di un cambio di pignone, dello svuotamento del terminale e altre piccole cosucce. Riguardo alle moto modificate...metti in dubbio che non ce ne siano? evidentemente non fai caso, o non ti guardi attorno o vivi in un posto dove ci sono pochi appassionati x cui meno moto ci sono in giro, meno ne vedrai modificate. Se vieni a farti una passeggiata in costiera amalfitana ne vedrai a centinaia e non credo che la Campania sia l'unico posto in italia dove molti ragazzi modificano le loro moto. Tuttavia nemmeno io condivido assolutamente modifiche portate all'estremo e soprattutto odio quando mettono scarichi troppo rumorosi. Tengo a precisare, che l'esempio che hai fatto riguardo al tizio che modifica le auto che acquista x eventualmente pagare bollo e assicurazione in meno, spero non sia riferito a me e cmq credo che anche quel tizio lo faccia poiché è un amante del tuning e non perché vuole burlarsi dello stato e delle leggi. Aggiungo che non sei una mosca bianca, perché persone amanti delle moto e che non tengono a fare la più minima delle modiche (nemmeno cambiare gli specchietti originali) ce ne sono in quantità industriale, ma altrettante persone la pensano diversamente da te e come me. Pertanto non ritengo giusto discreditare o offendere chi la pensa differentemente. Mi auguro che questa discussione venga chiusa al più presto perché se per dare un piccolo contributo su vita vissuta nell'ambito dei motori e delle modifiche, mi devo sentire offeso anche da chi come Marines89 che prima di far il buon sammaritano ha modificato x primo la sua moto, allora è come sentire il prete, che prima era spacciatore o la donna di chiesa che prima di redimersi faceva la prostituta o ancora peggio gli ex fumatori che solo vedendo uno da lontano con la sigaretta in mano, è come se vedessero il diavolo, quando poi magari fino a 3 mesi prima fumavano 2 pacchetti di bionde al giorno ...ed io persone cosi ne ho conosciute parecchie. Chiudo dicendo che ognuno ha la sua storia, ognuno ha la sua scala di valori, ognuno è diverso e la diversità e di per se un valore. Se girandoci intorno vedessimo tutti alberi di una sola specie, animali della stessa specie, nuvole della stessa foggia, se anche fossero alberi, animali e nuvole della migliore forma, alla fine non ci sentiremmo immersi nella bellezza come ora siamo. Accettiamo la diversità e il parere di tutti senza offendere, anche perché di codice della strada e di legalità evidentemente ne so più di tanti e soprattutto sono il primo a rispettarli
  33. 1 point
    Gilly, è un tuo parere quello di voler fare modifiche solo estetiche. Chi non acquista moto più performanti evidentemente è per una questione economica x cui si deve adattare x poi scoprire con il passar del tempo che avere un motore più performante sarebbe stata più adatta a lui. Detto ciò, la maggior parte delle persone che acquistano moto stradali che di cv ne hanno da vendere, alla fine si trovano a voler fare delle modifiche per andare più veloci. Non vedo il motivo x cui gente che ha moto con solo 50 cv non possa avere il desiderio di volere qualcosa in più dalla propria moto. Ho avuto una Kawasaki KLE 500, con gli stessi cv della TRK 502X, ebbene sin da subito appena uscito dal concessionario con la moto appena acquistata, mi resi conto che oltre l'estetica che mi invogliò ad acquistarla era davvero lenta. Appena finii il rodaggio, dal meccanico feci rifare la curva dei collettori, svuotare il terminale, allargare gli spilli dei carburatori e cambiare il pignone. Ecco, con queste poche ed economiche modifiche mi sono tolto davvero molte soddisfazioni e non ho avuto mai problemi di nessun genere.
  34. 1 point
    Scusami Antonio, La mia non era una risposta polemica, era una semplice considerazione, quindi visto che scriversi su un forum è ben diverso che parlarsi di persona, non capisco se la tua risposta è piccata nei miei confronti (ma non credo). In ogni caso, riporto il dettaglio fattura, vediamo se riusciamo a capire insieme dove sta l'eventuale extracosto: Olio motore 1,48 x 34 euro = 50,32 euro Filtro olio Benelli 1 x 15 euro = 15 euro Lavaggio e ingrassaggio catena 1 x 10 euro = 10 euro Controllo come da tabella di manutenzione 1 x 0 euro = 0 euro Manodopera 1 x 30 euro = 30 euro Totale imponibile = 105,32 euro IVA 22% = 23,17 euro Totale fattura = 128,49 euro Arrotondato a 128 euro Quello che mi viene da pensare è che la riga del costo dell'olio sia cannata nella descrizione. A logica e seguendo il libretto di uso e manutenzione, in caso di sostituzione dell'olio e del filtro contestualmente, ci vanno 3 litri. L'olio utilizzato è stato il Motul 7100 perché ho chiesto venisse messo questo. Quindi, online si trova a circa 10 euro/L x 3L = 30 euro Ma visto che è una officina ammesso che lo abbia acquistato dal grossista allo stesso prezzo, è normale che ci metta sopra il proprio ricarico. In questo caso, tenendo buono il prezzo della riga di circa 50 euro, ci ha messo sopra il 65%. Non è poco, ma si sa che il guadagno lo fanno sui ricambi e affini. Per il resto trovo che sia tutto congruo, anche la manodopera perché almeno 1 ora di lavoro una persona la impegna per fare tutto. Quindi si, magari avrei potuto risparmiare qualcosa, ma sarei curioso, dati alla mano, di capire dove il tuo concessionario ha grattato i 30 euro. Quando farai il tagliando, fatti dare il dettaglio così lo confrontiamo!
  35. 1 point
    se uno si fa dei problemi pure per cambiare una candela... che dire, meglio far lavare la moto negli autolavaggi, lavandosela da soli , si potrebbero far danni... (non prendetevela, sto scherzando...) io non consiglio nulla, perchè uno mi potrebbe dire che sa sbagliare anche da solo... dico solo il ragionamento che ho fatto io, e cioè : se non prevedo di fare sterrati , è meglio che prenda la moto studiata per l' asfalto, che è anche piu' bassa...( e gomme piu larghe e freno radiale) poi come estetica, la preferisco pure...
  36. 1 point
    Ovviamente con la Trk il discorso potrebbe essere differente, alla fine parliamo di moto con differenze tecniche dovute anche agli anni di costruzione, la V Strom era una grande moto ma, quantomeno la mia, a livello di ciclistica aveva qualche problema pensa che con il solo bauletto posteriore installato vibrava come un martello pneumatico...
  37. 1 point
    Ciao, all'inizio ero orientato per il prodotto della Givi, ma ho ceduto ad un articolo della OJ e devo dire che sono molto soddisfatto. Pagato circa 12 euro. Si fissa al manubrio nella posizione che si preferisce grazie alle strisce di velcro e a sua volta la "busta" dove sta dentro l'apparato, si può staccare dal velcro e riporre in tasca quando si lascia la moto parcheggiata. Ottimo prodotto
  38. 1 point
    Una prova al volo...scusate le foto mosse 😉
  39. 1 point
    ...ormai caro Corrado la tua è la PELLEONCINO...... Salutissimi - il masso
  40. 1 point
    Altri dettagli in cuoio aggiunti...i semplici fianchi del radiatore e un più complicato coprivaschetta del liquido refrigerante, quest'ultimo sagomato in bagno d'acqua..
  41. 1 point
    Continua la personalizzazione con particolari in cuoio o pelle... ho dovuto modificare il portatarga e essendosi un pò rovinato durante l'operazione anzi che verniciarlo ho coperto con una parte in cuoio. Visto che ero li ho smontato i fianchetti del radiatore e ho preparato questo inserto che ora devo rifinire con le cuciture grigie.
  42. 1 point
    Da quel che conosco il mondo degli accessori ti assicuro che akrapovic non fa scarichi dedicati alla TRK e, tanto meno, fa scarichi "universali" da adattare (questo perchè, per legislazione, i terminali destinati all'aftermarket devono godere di omologazione riconosciuta specificatamente per il modello sul quale vanno montati). Inoltre a vederlo quel terminale akrapovic non sembra minimamente uguale, nè tanto meno simile, a quelli che ha in produzione akrapovic. Vuoi sapere come la penso? Secondo me è uno di quelli spacciati per "akrapovic" ma è uno di quelli cinesi "simili" che si possono trovare per poche centinaia di euro (a dir tanto 200-300 nuovi), dalla fattura discutibile e dall'omologazione dubbia.
  43. 1 point
    se n'è già parlato tempo fa ragazzi e da motorista non cambio la mia posizione. Fino a che si tratta del terminale di scarico per avere un "rumore" diverso allora ci può stare, sia moralmente che burocraticamente (purchè il terminale sia di marca, specifico per la moto su cui è montato, con dbkiller montato e corredato di foglio di omologazione), ma tutte le modifiche che millantano di aumentare la potenza, migliorare l'erogazione, ridurre i consumi, aggiungere centimetri al c***o, sono palliativi e/o effetti placebo che vi fanno solo spendere soldi. In particolare le centraline che si interpongono sul sensore aria aspirata ingannano la centralina "dicendole" che ci sono sempre "tot" gradi di temperatura esterna, in questo modo la carburazione rimane fissa e si ha l'impressione che il motore risponda diversamente (cosa comunque ammissibile e misurabile al banco) ma vi sfido ad affrontare il gelo invernale (0° di temperatura esterna) o il caldo afoso estivo (40° di temperatura esterna) senza che la moto abbia problemi. Se la centralina non corregge la carburazione al variare della temperatura esterna e ingrassa (perchè è quello che di fatto fa) la miscela allora si rischia di sporcare le camere di combustione, le candele e soprattutto consumare più di quello che non facesse prima. Date retta a uno che se ne intende di motori: tenetevi i soldi in tasca che i motori funzionano egregiamente completamente originali e investiteli in benzina per fare chilometri e vedere posti nuovi che non sarà certo la "sensazione di miglior erogazione" a farveli godere di più.
  44. 1 point
    stavo leggendo tutto il post...si parlava di togliere 5 kg... io potrei mettermi a dieta, cosi' elimino quei 5 kg che ho di troppo, che non influirebbero piu' sulla moto... tra l' altro baricentro alto, sopra la sella...pero' per farlo dovrei andare in bicicletta , quindi la moto starebbe ferma e i 5 kg in meno non influirebbero... arduo problema.....
  45. 1 point
    in linea di massima sono d'accordo con te...però a volte si apportano modifiche non per avere qualche cavallo in più ma semplicemente perche siamo motociclisti e ci piace avere la nostra "special" anche se piccola ma sempre la nostra special ..diversa da tutte le altre 😉
  46. 1 point
    Bel lavoro come sempre.... da te nn mi sarei aspettato però L utilizzo di rivetti “normali” ma quelli bianchi e blu ma va beh...😂 il codino ovviamente lo hai smontato...ma sotto cosa c è? Un telaietto? Il portatarga è imbullonato con la controplacca sulla plastica?
  47. 1 point
    Veniciato...nei prossimi giorni il montaggio 😉
  48. 1 point
    aggiornamento portatarga..rivettata la parte della piega, fatto contropiastra di fissaggio al codino con doppia guarnizione in gomma ( una per il sotto e una per il sopra) col doppio scopo di antivibrazioni e di prevenire infiltrazioni d'acqua. i fori sul portatarga, sulla contropiastra e quelli che effettuerò sul codino devono per forza di cose essere 1 mm piu larghi della vite (m6) ma la gomma ho potuto forarla 1 mm piu stretta di modo che la vite passando forzata attraverso quest'ultima faccia tenuta stagna.
  49. 1 point
    Grazie Marines, i tuoi complimenti, vista anche la tua competenza fanno sempre piacere e hanno un valore aggiunto 😉 le alette laterali ricavate tutto di un pezzo dalla prima lavorazione hanno proprio quello scopo, e nello specifico di rinforzare la parte della piegatura che oltre ad essere gia indebolita dalla stessa, dato lo sbalzo è anche la parte più soggetta a sforzo causato dal peso e dalle vibrazioni, se vedi la linea delle staffe vedrai che potevo proseguirle gia dal pezzo pieno, e all'inizio avevo previsto propprio quello, ma poi lo scarto della lamiera diventava molto, soprattutto al brico non avevano una lamiera di quelle dimensioni e o deciso di fermarmi li , devo dire che simulando la rivettatura con dele pinze a scatto la struttura sembra molto resistente anche nella parte restante . Ho comunque previsto due costole di rinforzo nella restante parte ,fino al catarifrangente, da rivettare (non ho a disposizione una saldatrice, ancormeno a filo per l'alluminio) ..più o meno come in foto...volendo le "costole" potrebbero proseguire fino alla parte portacatarifrangente dando l'utimo rivetto su quest'ultimo ovviamente gia piegato coi giusti gradi...cosi diventerebbe veramente rock solid 😀 Grazie zzzz 😀 ...è sempre un piacere ricevere i complimenti! 😉 Non ancora...il bracci ad una prima occhiata sembra che si tolga tutto...i "fazzoletti" saldati sul forcellone rimarrano li ...magari si può pensare di sfruttarli per avvitarci qualcosa, ma ora proprio non ho idee...tu ne hai qualcuna?
  50. 1 point
    Non ho la TRK quindi se trovate il mio commento inopportuno potete pure insultarmi. Carino è carino, ci mancherebbe, ma non mi piace per nulla la fattura in lastre assemblate. Tutte quelle viti che collegano le varie piastre sono potenziali viti che si possono svitare con le vibrazioni e se quelle lastrine si separano sono dei pericolosi bordi e spigoli per le gomme (e le gambe). Non mi convince. Infatti questi paramotori in lamina sono quasi sempre stati realizzati o come lastre piegate e formate in uno stampo, oppure saldati oppure rivettati. Per non parlare della resistenza agli urti: così "ad occhio" ho paura che basti poco a far inflettere quelle lamine lì
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...